Mazzè: ventiquattrenne finisce in galera per aver aggredito il padre. E non è la prima volta

Mazzé

/

16/07/2016

CONDIVIDI

A inizio anno il primo episodio. Condannato a firmare il registro presenze dai carabinieri è tornato in cella

Era finito in manette con l’accusa di maltrattamenti compiuti in famiglia. E l’altra mattina è stato nuovamente arrestato dai carabinieri della stazione di Caluso per aver, ancora una volta, aggredito il padre. E’ accaduto l’altra mattina a Mazzè. Nel mese di febbraio scorso era stato rilasciato dopo l’arresto, ma con l’obbligo di presentarsi quotidianamente dai carabinieri a firmare il registro delle presenze. Poi il nuovo episodio che è costato a un giovane di 24 anni la revoca della misura cautelare alternativa decisa dal tribunale di Ivrea.

In seguito alla prima aggressione, il padre del giovane dovette fare ricorso alle cure dei sanitari al pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso. Eppure, nonostante tutto, il genitore aveva deciso di riprendere in casa il figlio, forse con la segreta speranza di ricucire il difficile rapporto che caratterizzava la loro convivenza.

Dopo l’ultima, violenta aggressione, il giglio è tornato in carcere in attesa che prenda l’avvio il processo penale a suo carico. E, dietro le sbarre, avrà modo di ripensare alle conseguenze causate dai continui atti di violenza compiuti verso il genitore.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/08/2019

La crisi minaccia il mercato della frutta. Confagricoltura: “Salviamo un settore già penalizzato”

“In Piemonte abbiamo una produzione frutticola d’eccellenza, apprezzata in Italia e all’estero. Ciò che dobbiamo cercare […]

leggi tutto...

21/08/2019

Rivarolo Canavese: il Comune spende 100 mila euro per rifare la copertura dell’ala sud del Castello Malgrà

Centomila euro per rifare la copertura situata nei pressi del camminamento merlato del castello Malgrà: è […]

leggi tutto...

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy