Mathi: fecero esplodere una bomba carta in paese. Denunciati dai carabinieri cinque ragazzi

04/02/2018

CONDIVIDI

Nei guai sono finiti un giovane di 19 anni e quattro minorenni. Identificati grazie alle immagini delle telecamere

Nella serata dello scorso martedì 9 gennaio l’esplosione di una bomba carta aveva danneggiato l’asilo Varetto di Mathi che si trova in via Domenico Borla: lo spostamento dell’aria causato dalla deflagrazione aveva mandato in frantumi i vetri di alcune finestre dell’edificio. Grazie alle immagini registrate da una telecamera, i carabinieri della stazione di Mathi hanno identificato e denunciato il gruppo di giovani responsabile dell’esplosione: nei guai sono finiti quattro ragazzini di 16 anni (tra cui due fratelli) e un ragazzo di 19 anni che avrebbe venduto i petardi con i quali è stata confezionato il rudimentale ordigno.

Gli autori dell’esplosione dovranno adesso di rispondere a vario titolo di detenzione e uso e materiale esplosivo e danneggiamento aggravato in concorso. E non è tutto: nel corso di un’accurata perquisizione effettuata nella casa in cui vivono i due fratelli minorenni, i carabinieri hanno rinvenuto in cantina ben 196 petardi di diversa potenza.

Gli uomini dell’Arma non escludono l’ipotesi che il gruppo di “bombaroli” sia responsabili di altre esplosioni avvenuti in passato in paese.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

13/12/2018

Il 6 gennaio si correrà a Rivarolo il Cross del Malgrà, prova del Circuito Regionale campestre

Si correrà il 6 gennaio 2018 la quarta edizione del Cross del Malgrà di Rivarolo valevole […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

13/12/2018

La “Canavesana” scivola verso il baratro. E il sindaco Rostagno convoca Gtt, Regione e Comuni

Un incontro a porte aperte per fare il punto sulle gravi criticità della linea ferroviaria Chieri-Rivarolo-Pont […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

13/12/2018

Omicidio Rosboch in Corte d’Appello. La procura: “Nessuno sconto di pena a Defilippi e Obert”

Potrebbe essere pronunciata domani, venerdì 14 dicembre, la sentenza della Corte di Appello di Torino nei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy