Mathi: banda di giovinastri fa esplodere una bomba carta in piazza Caporossi. Denunciati tre ragazzi

20/01/2018

CONDIVIDI

Nella casa di due fratelli, i carabinieri hanno rinvenuto durante una perquisizione, oltre 20 petardi forse usati per la preparazione della bomba rudimentale

Denunciati per aver fatto esplodere una bomba carta: la violenza d’urto causata dall’esplosione ha mandato in frantumi i vetri di alcuni finestre dell’asilo Varetto, nei pressi di piazza Caporossi. E’ accaduto nella serata di lunedì 9 gennaio a Mathi. L’esplosione ha anche danneggiato la sede della locale Filarmonica. I carabinieri della stazione di Mathi hanno denunciato due fratelli italiani rispettivamente di 16 e 19 anni e un ragazzo romeno di 19 anni.

A far finire nei guai i “bombaroli” dilettanti sono state le immagini registrate da una telelecamera installata in una vicina abitazione privata. Nell’analizzare i fotogrammi relativi all’episodio i carabinieri si sono accorti che del gruppo faceva parte anche un quarto complice che al momento è ancora latitante.

Gli autori della deflagrazione sovranno rispondere di detenzione e uso di materiale esplosivo e danneggiamento aggravato in concorso.

Nel corso di un’accurata perquisizione nella casa dei due fratelli, i carabinieri hanno ritrovato nella cantina di casa 200 petardi di diversa potenza alcuni dei quali potrebbero essere serviti per fabbricare artigianalmente la bomba carta.

Gl’investigatori ipotizzano che la banda possa essere stata responsabile di altre altre esplosioni avvenute qualche tempo fa in paese. Le indagini proseguono.

Dov'è successo?

Leggi anche

Valperga

/

14/10/2018

I ladri prendono d’assalto l’ufficio postale di Valperga, ma il sistema d’allarme li mette in fuga

Tentativo di furto fallito all’ufficio postale di Valperga: è accaduto nella serata di ieri sabato 13 […]

leggi tutto...

Ciriè

/

14/10/2018

Ciriè: martedì 16 ottobre l’ultimo addio della città all’ex magistrato Antonio Smeriglio

Saranno celebrati martedì 16 ottobre nel Duomo di Ciriè i funerali del sostituto procuratore della Repubblica […]

leggi tutto...

Locana

/

14/10/2018

Canavese e Piemonte: “Pochi i medici di base nei comuni montani” e l’Uncem lancia l’allarme

I medici di base nelle vallate piemontesi e in quelle canavesane scarseggiano e questo crea non […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy