“Mario Perri sparò per legittima difesa”: il legale dell’assassino di Pomatto ha chiesto l’assoluzione

Ivrea

/

01/03/2017

CONDIVIDI

L'avvocato Flavia Pivano basa la strategia difensiva sulla legittima difesa. La sentenza dopo l'arringa del pubblico ministero

Per l’avvocato Flavia Pivano che difende Mario Perri, il pregiudicato 56enne di origine calabrese residente a Rivarolo accusato dell’omicidio di Piepaolo Pomatto di Feletto, avrebbe ucciso per legittima difesa. Per l’omicida reo confesso, il pubblico ministero Ruggero Crupi, titolare dell’inchiesta giudiziaria, ha chiesto l’ergastolo. Il Gip di Ivrea Alessandro Scialabba pronuncerà la sentenza il prossimo 29 marzo. L’avvocato Flavia Pivano non desiste: al termine dell’udienza che si è tenuta in tribunale nella mattina di mercoledì 1° marzo ha chiesto al giudice l’assoluzione per Mario Perri.

La strategia difensiva si basa sulle affermazioni rilasciate da Perri davanti al Gip: l’uomo aveva ammesso di aver ucciso l’ex panettiere di 66 anni nelle campagne della frazione Vesignano di Rivarolo Canavese per difendersi dall’aggressione di Pomatto. Il legale insiste sul fatto che la vittima non sarebbe stata rapinata del telefono cellulare dual sim che, a giudizio degli inquirenti costituirebbe il movente del delitto, ma fu invece consegnato da Piepaolo Pomatto a Mario Perri quando quest’ultimo gli promise di pagarlo 40 euro.

Mario Perri si trova in cella nel carcere di Ivrea da un anno. Dopo essersi proclamato innocente, un mese fa ha deciso di confessare di avere ucciso per legittima difesa. la sentenza sarà pronunciata dopo le argomentazioni della pubblica accusa.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2019

Dramma a Usseglio: bimba di 10 anni cade mentre scia. E’ in rianimazione al “Regina Margherita”

Un altro grave in cidente su una pista da sci: una bambina di 10 anni è […]

leggi tutto...

Caselle

/

17/01/2019

Aeroporto di Caselle: mancano all’appello 20 rotte aeree. Fly Torino: “Si rischia un’estate di crisi”

Il rischio è concreto: la prossima estate potrebbe rivelarsi come qualla più infausta degli ultimi anni […]

leggi tutto...

Ivrea

/

17/01/2019

Costrinse la figlia ad assistere ai rapporti sessuali avuti con l’amante. A processo un 57enne

Avrebbe costretto la figlia ad assistere ai rapporti sessuali consumati con l’amante: a processo è finito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy