Lusigliè/Feletto: in mille invadono le sponde dell’Orco per partecipare al “Rave Party”

17/06/2018

CONDIVIDI

I carabinieri presidiano la strada d'accesso al luogo dove è stato improvvisato l'evento musicale che terminerà alle prime luci dell'alba

Sono accorsi a centinaia attirati dal tam tam digitale: sono i giovani dei “Rave Party” che, nella notte tra sabato 16 e domenica 17 giugno si sono dati appuntamento sulle sponde dell’Orco tra Lusigliè e Feletto per dare vita ad un raduno musicale non autorizzato. Nello stesso luogo, due anni fa aveva avuto luogo un altro Rave Party. E’ dalla notte scorsa che un migliaio di giovani balla senza sosta al suono assordante della musica Rave. Nella mattinata di domenica 17n uno dei partecipanti ha accusato un malore ed è dovuto intervenire il personale sanitario del 118. Nulla di grave. Ad avvertire le forze dell’ordine sono stati alcuni residenti della zona preoccupati dalla massiccia  presenza dei convenuti.

I carabinieri della Compagnia di Ivrea stanno presidiando la via di accesso ai campi dove si svolge l’evento. Si tratta di ragazzi provenienti dalle regioni di tutto il Nord Italia. Sul luogo sono intervenuti anche il personale sanitario dell’Asl T04 e il sindaco di Feletto Stefano Filiberto che nella mattinata di oggi, domenica 17 giugno, ha compiuto un sopralluogo insieme agli agenti della polizia municipale.

Si presume che la festa andrà avanti per tutta la notte e che i partecipanti partano alla spicciolata alla prime luci dell’alba di domani lunedì 18 giugno.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/04/2020

Coronavirus: i tecnici del soccorso canavesani chiedono il riconoscimento della professionalità

In questi giorni di emergenza i soccorritori, insieme ai medici ed infermieri, si sono sentiti definire […]

leggi tutto...

05/04/2020

Coronavirus, 47 i decessi nelle ultime 24 ore e 434 i pazienti guariti. I morti sono in tutto 1.191

Coronavirus, 47 i decessi nelle ultime 24 ore e 434 i pazienti guariti. I morti sono […]

leggi tutto...

05/04/2020

Coronavirus, gira la notizia di una nuova (falsa) ordinanza regionale. Non c’è nessun nuovo decreto

I canali ufficiali della Regione Piemonte avvisano che il cosiddetto decreto numero 37 del 5 aprile […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy