Locana, assolto il giocatore accusato di aver sferrato una gomitata all’avversario

Locana

/

17/03/2016

CONDIVIDI

Il giudice ha accolto la tesi della difesa che sosteneva si fosse trattato di uno scontro fortuito. Il calciatore colpito era stato operato alle vertebre

Era accusato di aver causato lesioni gravi ai danni di un calciatore amatoriale durante la partita Locana-Volpiano giocata il 18 giugno 2012. Tutta colpa di una presunta gomitata che il chivassese Pier Luigi Campo, 47 anni, difensore del Volpiano, avrebbe sferrato alla nuca dell’avversario Pietro Domenico Rossio, 49 anni, residente a Ozegna. Il giudice del tribunale di Ivrea Ombretta Vanini ha assolto l’imputato perchè il fatto non costituisce reato. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a quattro mesi.

Di fatto il giudice ha accolto la tesi della difesa che aveva sempre sostenuto che si era trattato di uno scontro fortuito e non di un atto volontario, come hanno, peraltro confermato, altri giocatori. In quell’episodio, che ha avuto luogo nel corso della partita valida per il campionato Csi Ivrea, l’attaccante del Locana Pietro Domenico Rossio dopo la gomitata, era crollato sul campo erboso. Soccorso dal personale sanitario del 118 era stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè. I medici, constatate le condizioni dell’uomo, ne avevano disposto il ricovero al Centro Traumatologico di Torino.

Qui i medici accertarono, dopo aver compiuto i necessari esami clinici, che la violenza del colpo aveva causato lo spostamento di due vertebre con conseguente schiacciamento del midollo. I chirurghi decisero di inserire nella cervice del paziente due placche contenitive. Dopo alcuni mesi di riabilitazione Rossio è tornato a camminare. Lo scontro aveva avuto luogo lontano dall’azione di gioco. Non appena saranno depositate le motivazioni della sentenza, l’avvocato di parte civile deciderà se ricorrere o meno in Appello.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/02/2020

Cuorgnè/Rivarolo: si scaldano i motori per l’atteso appuntamento con il “Ronde del Canavese”

Entra nella fase calda l’ormai consueto appuntamento che apre la stagione rallistica piemontese, il “Ronde del […]

leggi tutto...

21/02/2020

Ivrea: in 20mila al “Giovedì Grasso”. Una denuncia per guida in stato d’ebbrezza ed esercenti sanzionati

Si sono conclusi a tarda notte, con la partecipazione complessiva di oltre 20 mila giovani, i […]

leggi tutto...

21/02/2020

Riuscito l’intervento alla gamba del piccolo Loris negli Usa. Guarirà grazie al cuore dei canavesani

Adesso riposa, assistito dalla mamma e dal personale sanitario, nella sua stanza del “Paley Advanced Limb […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy