Lombardore: offende il parroco in un post su Facebook. Denunciato per diffamazione

26/08/2019

CONDIVIDI

Don Stefano Teisa è stato accusato di non aver ospitato una comitiva di pellegrini di passaggio. Il post inguaia un privato cittadino

Ha denunciato per diffamazione un cittadino che lo avrebbe offeso: a sporgere denuncia è stato don Stefano Teisa (nella foto), parroco di Lombardore. Non tanto per le critiche contenute nel post pubblicato su Facebook da un privato cittadino, quanto per le offese e insulti che condivano lo scritto in questione. Il post si riferisce a una vicenda che ha avuto luogo a Ferragosto quando in paese si presenta una comitiva di persone, sette pellegrini e una suora, stando a quanto ha scritto il querelato, in cerca di ospitalità.

Qualcuno telefona al parroco che spiega come in canonica non siano presenti locali da adibire a stanze da letto. Una carenza di spazio ben conosciuta da tempo. Tutto quello che il sacerdote può fare è stato quello di indirizzare il gruppo di pellegrini a una struttura ricettiva poco distante, rinomata per i prezzi convenienti e la confortevolezza.

Il titolare del locale fornisce generosamente un ricovero per la notte mentre un privato cittadino provvede a sfamare la piccola comitiva. Fin qui nulla di strano senonché il giorno seguente questo privato cittadino pubblica sulla sua pagina Facebook un post critico indirizzato al parroco che conteneva anche insulti e offese.

Il post è stato condiviso e la vicenda si è ingigantita. Una vicenda che approderà nell’aula di un tribunale.

Leggi anche

28/01/2020

Sicurezza: i comuni canavesani chiedono 18 milioni di euro. Ne arrivano 400 mila ad Agliè

Quattrocentomila euro dal ministero dell’Interno. Esulta Marco Succio, sindaco di Agliè perché con quei fondi potrà […]

leggi tutto...

28/01/2020

Caselle ricorda con commozione i cinque patrioti assassinati 75 anni fa dai repubblichini

Luigi Cafiero, Antonio Garbolino, Andrea Mensa, Adolfo Praiotto e Mario Tamietti: questi i nomi dei cinque […]

leggi tutto...

28/01/2020

Ciriè: in casa attrezzi per l’edilizia, il giardinaggio e vini pregiati. 42enne denunciato per ricettazione

Denunciato dai carabinieri un imbianchino con l’accusa di ricettazione. Gli uomini dell’Arma hanno rivenuto nel corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy