L’imprenditore di Caselle che ha denunciato la ‘ndrangheta, ospite della trasmissione “I fatti vostri”

Caselle

/

19/04/2017

CONDIVIDI

Mauro Esposito, il coraggioso architetto canavesano, ha raccontato la sua incredibile odissea umana e professionale per aver denunciato i suoi estorsori. Il fisco gli ha sospeso il pagamento delle tasse per nove anni

E’ stato il testimone chiave del processo denominato “San Michele” che ha svelato le infiltrazioni e gli intrecci della ‘ndrangheta in Val di Susa e dopo una disperata battaglia combattuta, spesso in solitudine, il fisco ha congelato nove anni di tasse per un totale di un milione di euro. Mauro Esposito, titolare dello Studio M.E. di Caselle, noto architetto a livello internazionale, è stato ospite, alle 11,30 di mercoledì 19 aprile della popolare trasmissione “I fatti vostri” condotta da Giancarlo Magalli e in onda su Rai2.

Nel salotto della trasmissione Mauro Esposito ha raccontato in sintesi tutta la sua drammatica vicenda: le estorsioni, le minacce di morte dovute al suo rifiuti di apportare varianti fittizie a un progetto edile per nove milioni di euro, le sue disavventure giudiziarie, lo spettro del fallimento, i dipendenti licenziati, le società chiuse, il fisco che si accanisce contro un uomo che ha già pagato un prezzo troppo alto per aver compiuto il suo dovere di cittadino e per non essersi piegato davanti al malaffare e alla malavita organizzata.

Grazie alla sua testimonianza il processo si è chiuso con 17 condanne e, grazie all’intervento dei magistrati a Mauro Esposito sono stati sospesi i versamenti al fisco. Una vitale boccata di ossigeno per la sua azienda e per la sua famiglia. Il 23 aprile avrà luogo l’udienza per il pignoramento dei beni, ma Mauro Esposito adesso guarda al futuro con un po più di serenità.

Anche perché adesso non è più solo: al suo fianco camminano i ragazzi di Libera, camminano don Ciotti e l’imprenditore calabrese Pino Masciari, il primo eccellente testimone di giustizia in Italia e i giornalisti che hanno raccolto la sua incredibile storia e l’hanno raccontata alla pubblica opinione. Le parole di apprezzamento e di incoraggiamento pronunciate dal Giancarlo Magalli al termine del racconto, dimostrano in concreto come la parte sana dell’Italia sta dalla parte delle persone oneste. E Mauro Esposito ha pagato a caro prezzo la sua onestà ma alla fine, tutti i nodi vengono al pettine. Per fortuna.

Dov'è successo?

Leggi anche

10/12/2019

Inaugurata nell’Istituto Italiano di Cracovia la mostra “Memoria Storia e Culturale del Canavese”

Venerdì 6 dicembre 2019 nelle sale espositive dell’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia è stata inaugurata […]

leggi tutto...

10/12/2019

Rivarolo: Chiara Leone, della scuola di frazione Argentera, è la sindaca del Consiglio dei ragazzi

È una giovanissima alunna della scuola primaria della frazione Argentera la sindaca del nuovo Consiglio comunale […]

leggi tutto...

10/12/2019

Volpiano: Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e negano la cassa integrazione

Doccia fredda per i lavoratori Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e niente cassa integrazione. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy