Leinì/Torino: i carabinieri smantellano la rete dello spaccio di cocaina. In manette tre africani

Leinì

/

25/01/2016

CONDIVIDI

Un minorenne di 14 anni è stato denunciato per lo stesso reato. Per entrare nell'alloggio, i militari hanno dovuto chiudere gas e corrente elettrica

L’accusa è quella di spaccio di droga. Per questa ragione i carabinieri della stazione di Leinì, in collaborazione con i colleghi della Compagnia Oltredora (Barriera di Milano) di Torino, hanno arrestato tre uomini di origine africana, d’età compresa tra i 19 e i 21 anni. Nella stessa operazione è stato denunciato un senegalese di 14 anni, anch’egli per spaccio di droga. La centrale dello spaccio dove i tre uomini ricevevano i numerosi clienti è stata individuata dai militari in via Cuneo 3 a Torino.

I tossicodipendenti non avevano la facoltà di entrare in casa: le consegne delle dosi avveniva per strada, su appuntamento telefonico come si conviene ai dei professionisti del crimine, dalle 20 alle 5 del mattino. Gli arrestati avevano messo a punto un’organizzazione efficiente . Qualcosa però deve essere andato storto: qualcosa che ha messo i carabinieri sulle tracce degli spacciatori e ha consentito loro di smantellare la rete.  

Singolari le modalità dell’operazione: per costringere gli spacciatori a uscire dalla casa protetta da una solida porta blindata, i carabinieri hanno chiuso il gas e la corrente elettrica. Quando gli occupanti hanno aperto la porta per cercare di capire cosa stesse accadendo, i militari sono penetrati nell’alloggio facendo scattare le manette ai polsi dei tre uomini. Nel corso dell’operazione sono state sequestrate decine di dosi cocaina, sei computer portatili e cinque tablet, probabilmente ricevuti in cambio delle dosi di stupefacente.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy