Incendio al campo nomadi di Leinì: dopo un litigio una giovane dà fuoco alla baracca della cognata

Leinì

/

08/10/2016

CONDIVIDI

Fermata dai carabinieri, una ragazza di 23 anni si trova adesso agli arresti domiciliari

Aveva avuto una vivace discussione con la cognata. Subito dopo ha dato fuoco, per vendicarsi, alla baracca in cui la donna viveva, all’interno del campo nomadi situato a Leinì. I carabinieri della locale stazione hanno arrestato Vanessa M. 23 anni, residente anch’essa nel campo nomadi.

Durante l’interrogatorio, in caserma, la ragazza ha ammesso la propria responsabilità e si trova agli arresti domiciliari. Sul luogo dell’incendio sono intervenuti, chiamati dai carabinieri, i vigili del fuoco che hanno domato il rogo, impedendo che le fiamme potessero estendersi alle altre baracche.

La giovane incendiaria, dopo aver appiccato il fuoco alla baracca della cognata ha tentato la fuga, ma è stata bloccata subito dopo dai carabinieri.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gran festa per l’asilo nido “Il Girotondo” che compie quarant’anni di vita

Da quarant’anni assolve ininterrottamente alla sua funzione: quello di essere un punto di riferimento per intere […]

leggi tutto...

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gli orafi e i metallurgici celebrano in grande stile la festa del patrono Sant’Eligio

Domenica 24 e lunedì 25 novembre a Rivarolo Canavese saranno celebrati i festeggiamenti in onore di […]

leggi tutto...

20/11/2019

Il consigliere canavesano Andrea Cane difende in Regione la presenza del Crocifisso nelle scuole

Torna attuale in Regione Piemonte la contrapposizione politica relativa alla presenza del crocifisso nelle scuole: a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy