Incendio al campo nomadi di Leinì: dopo un litigio una giovane dà fuoco alla baracca della cognata

Leinì

/

08/10/2016

CONDIVIDI

Fermata dai carabinieri, una ragazza di 23 anni si trova adesso agli arresti domiciliari

Aveva avuto una vivace discussione con la cognata. Subito dopo ha dato fuoco, per vendicarsi, alla baracca in cui la donna viveva, all’interno del campo nomadi situato a Leinì. I carabinieri della locale stazione hanno arrestato Vanessa M. 23 anni, residente anch’essa nel campo nomadi.

Durante l’interrogatorio, in caserma, la ragazza ha ammesso la propria responsabilità e si trova agli arresti domiciliari. Sul luogo dell’incendio sono intervenuti, chiamati dai carabinieri, i vigili del fuoco che hanno domato il rogo, impedendo che le fiamme potessero estendersi alle altre baracche.

La giovane incendiaria, dopo aver appiccato il fuoco alla baracca della cognata ha tentato la fuga, ma è stata bloccata subito dopo dai carabinieri.

Dov'è successo?

Leggi anche

13/08/2020

Cultura: la rassegna teatrale “Morenica_NET Estate” anima le serate estive degli eporediesi

Nuove esperienze teatrali, nuove partnership e un nuovo programma di spettacoli e appuntamenti culturali per l’estate […]

leggi tutto...

13/08/2020

Autostrada Torino-Aosta: si schianta con la Porsche contro il guardrail. Illeso il conducente di 54 anni

Stava guidando la propria Porsche quando, per cause ancora in via di accertamento ha perso il […]

leggi tutto...

13/08/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, giovedì 13 agosto 26 nuovi contagi, 1 decesso e 21 pazienti guariti

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy