Leinì: tragedia all’alba sull’ex statale 460. Tre morti di cui due carbonizzati e un ferito

Leinì

/

04/10/2015

CONDIVIDI

Il drammatico incidente stradale ha avuto luogo alle 6,40 di questa mattina. Sulla dinamica e sull'identità di due delle vittime indaga la Polstrada

Tre morti, di cui due carbonizzati e un ferito grave. E’ il tragico bilancio di un drammatico incidente stradale che ha avuto luogo alle prime luci dell’alba di oggi sulla ex statale 460 che da Torino conduce a Ceresole Reale.

Due auto, una Fiat Punto e una Fiat Grande Punto si sono scontrate frontalmente nel famigerato tratto della superstrada compreso tra i comuni di Leinì e Lombardore. E’ accaduto alle 6,40 di questa mattina. Nel violento impatto tra le due auto che procedevano in opposte direzioni, la Fiat Punto ha preso fuoco. A bordo del mezzo viaggiavano in direzione di Rivarolo due peruviani (non ancora identificati) che sono stati avvolti dalle fiamme che hanno arso i corpi.

A bordo della Fiat Grande punto si trovavano due giovani agenti penitenziari che si stavano recando al lavoro al carcere delle Vallette: Mattia Battilomo, 29 anni, residente a Feletto è morto sul colpo. Originario di un piccolo paese del Casertano, lascia la moglie e una bimba di 9 mesi. Il compagno A.R. è stato trasportato con urgenza al pronto soccorso di Ciriè. Il Sappe, il sindacato degli agenti della polizia penitenziaria, esprime alla famiglia di Mattia Battilomo il proprio sentito cordoglio e gli auguri di pronta guarigione al collega ferito.

La scia di sangue che arrossa da anni questa strada maledetta si allunga sempre di più. Sul luogo del tragico incidente stradale sono immediatamente accorsi gli agenti della polizia stradale di Chivasso, i Vigili del fuoco di Torino e il personale sanitario del 118. L’identificazione dei due ragazzi peruviani (l’auto risulterebbe intestata a un uomo di Rivarossa) e la dinamica del drammatico sinistro sono affidate alle indagini che stanno attualmente compiendo gli agenti della Polstrada di Chivasso. L’ennesimo, mortale incidente, in cui hanno perso la vita tre persone, di cui due poco più che ragazzi, richiede interventi urgenti in materia di sicurezza stradale. L’elenco di chi ha perso la vita sta diventando è da brivido: decine di vittime, centinaia di feriti. Tanti. Troppi.

Dov'è successo?

Leggi anche

30/05/2020

Coronavirus, il presidente della Regione: “Abbiamo i numeri per riaprire i confini il 3 giugno”

Ospite di Tgcom24 il presidente Alberto Cirio ha affermato che “il Piemonte ha i numeri in […]

leggi tutto...

30/05/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, sabato 30 maggio 7 decessi e 82 contagi. Il Covid-19 rimane tra noi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi sabato 30 maggio, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

30/05/2020

Chivasso, messaggio del sindaco Castello: “Abbiamo riaperto i mercati ma la prudenza è d’obbligo”

Pubblichiamo il messaggio che il sindaco di Chivasso Claudio Castello rivolge ai cittadini dove si fa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy