Leinì: tenta di colpire figlio e moglie con una spada. Un romeno finisce agli arresti domiciliari

Leinì

/

01/02/2016

CONDIVIDI

L'uomo ha brandito l'arma dopo aver insultato e picchiato violentemente i familiari

Il litigio è scoppiato all’improvviso, violento e inspiegabile, almeno per il momento. Sta di fatto che un romeno di 37 anni, Marian C.C. dopo aver insultato e picchiato violentemente la moglie, anche lei di origine romena e il figlio di 17 anni, ha tentato di colpirli dapprima con una spada dalla lama lunga un metro e poi con un coltello da cucina. E’ accaduto ieri sera alle 21,00 a Leinì. A chiamare i carabinieri della locale stazione sono stati i vicini di casa, allarmati dalle urla disperate della donna.

Gli uomini dell’Arma hanno fatto irruzione nell’appartamento e hanno arrestato l’uomo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e detenzione di una spada. La moglie ha riportato, a causa delle percosse, una ferita lacero-contusa al cuoio capelluto e un’escoriazione al collo. Il romeno si trova agli arresti domiciliari nella casa del fratello.

Dov'è successo?

Leggi anche

27/05/2020

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti. Da venerdì […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale. “Giusta e […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: oggi nessun morto di Covid in Piemonte. Stabili i contagi. Si svuotano gli ospedali

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 27 maggio i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy