Leinì: tenta di colpire figlio e moglie con una spada. Un romeno finisce agli arresti domiciliari

Leinì

/

01/02/2016

CONDIVIDI

L'uomo ha brandito l'arma dopo aver insultato e picchiato violentemente i familiari

Il litigio è scoppiato all’improvviso, violento e inspiegabile, almeno per il momento. Sta di fatto che un romeno di 37 anni, Marian C.C. dopo aver insultato e picchiato violentemente la moglie, anche lei di origine romena e il figlio di 17 anni, ha tentato di colpirli dapprima con una spada dalla lama lunga un metro e poi con un coltello da cucina. E’ accaduto ieri sera alle 21,00 a Leinì. A chiamare i carabinieri della locale stazione sono stati i vicini di casa, allarmati dalle urla disperate della donna.

Gli uomini dell’Arma hanno fatto irruzione nell’appartamento e hanno arrestato l’uomo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e detenzione di una spada. La moglie ha riportato, a causa delle percosse, una ferita lacero-contusa al cuoio capelluto e un’escoriazione al collo. Il romeno si trova agli arresti domiciliari nella casa del fratello.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/10/2019

Cuorgnè: è attivo lo sportello d’ascolto per aiutare le donne vittime di maltrattamenti e violenza

L’Amministrazione Comunale della Città di Cuorgnè è ormai da diversi anni in prima linea nella lotta […]

leggi tutto...

16/10/2019

Castellamonte, in primavera il trasferimento del distaccamento dei vigili del fuoco nella nuova sede

Avrà luogo la prossima primavera il tanto atteso trasferimento del distaccamento volontario dei vigili del fuoco […]

leggi tutto...

16/10/2019

Rivara: il sacerdote antimafia don Luigi Ciotti inaugura l’anno accademico dell’Unitre

È stata una grande giornata quella di ieri, 15 ottobre, per l’Unitre di Rivara-Alto Canavese. In […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy