Leinì, smontava le auto per rivendere i pezzi come ricambi. Arrestato un 37enne per ricettazione

Leinì

/

10/05/2017

CONDIVIDI

Nella sua abitazione sono state rinvenuti alcuni pezzi asportati da una Fiat 500 rubata a Torino

Stava viaggiando a bordo di una Fiat Panda al quale erano state asportati alcuni parti essenziali da usare come ricambi e destinati al mercato illegale quando ha incontrato i carabinieri: l’uomo era ben conosciuto dalle forze dell’ordine, tanto conosciuto da far insospettire i carabinieri che lo hanno fermato. E così nei guai è finito Giuseppe Polimeni, 37 anni, residente a Leinì.

Un rapido controllo ha confermato che l’auto sulla quale stava viaggiando l’uomo risultava rubato lo scorso mese di aprile a Torino. Nel coso della successiva perquisizione che i carabinieri della Compagnia di Venaria hanno effettuato nell’abitazione di Polimeni, sono state rinvenuti parti meccaniche ed elettriche di una Fiat 500 rubata a Torino.

I carabinieri hanno arrestato l’uomo con l’accusa di ricettazione e riciclaggio.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/08/2019

Firmato in Regione l’accordo per incentivare il ritorno degli immigrati nei Paesi d’origine

Vuole dare impulso al rimpatrio volontario assistito il progetto sperimentale contenuto in un accordo firmato il […]

leggi tutto...

20/08/2019

Ceresole, afflusso record di turisti. Il vicesindaco Mauro Durbano: “Merito di tutto il paese”

Ottimi risultati per la stagione turistica a Ceresole. Tantissime le presenze registrate e numerosi gli eventi […]

leggi tutto...

20/08/2019

Canavese: Poste Italiane investe nel decoro urbano e nei servizi destinati ai piccoli comuni

Sei nuovi Atm Postamat installati, 15 barriere architettoniche abbattute, 34 paesi interessati dal progetto “decoro urbano”, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy