Leinì, picchiava la madre e minacciava zia e nonna per denaro. I carabinieri arrestano disoccupato

Leinì

/

28/12/2016

CONDIVIDI

L'uomo, domicliato a Riccione, da mesi chiedeva denaro alla famiglia. Adesso si trova in una cella del carcere di Ivrea

Era arrivato al punto di minacciare di morte la madre, la nonna e la zia pur di soddisfare le sue necessità e se non otteneva quel che voleva era disposto (come è accaduto) a picchiare le congiunte e a minacciarle di morte. La sordida vicenda ha avuto luogo a Leinì. Autore degli episodi è stato un uomo di 34 anni, ufficialmente domiciliato a Riccione e senza lavoro. Da mesi chiedeva regolarmente denaro alla famiglia.

Lunedì scorso si è presentato a casa della zia che abita in via Quintino Sella e le ha chiesto un migliaio di euro e, al diniego di questa ha insistito fino a minacciarla pur di ottenere ciò che voleva. La donna è riuscita ad avvisare il 112. E’ stato l’arrivo dei carabinieri a mettere fine alla situazione. Gli uomini dell’Arma hanno bloccato l’uomo prima che potesse farle del male.

Le indagini hanno appurato che, pur abitando con a Riccione, il 34enne si recava spesso a Leinì, dal mese dello scorso novembre tutte le volte che aveva bisogno di denaro, si presentava dalle tre donne che costituivano la sua famiglia e chiedeva denaro.

I carabinieri avrebbero anche scoperto che in più occasioni l’uomo avrebbe minacciato e picchiato la madre e la nonna dalle quali si era fatto consegnare 1.500 euro. Dopo l’ultimo episodio i carabinieri della stazione di Leinì hanno arrestato l’uomo con l’accusa di estorsione continuata ed è stato condotto in una cella del carcere di Ivrea.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2020

Banchette: cade nel vuoto dal balcone al terzo piano. Ragazza di 25 anni grave al Cto di Torino

È caduta dal terzo piano ed è ricoverata in gravi condizioni al Cto di Torino. Protagonista […]

leggi tutto...

17/01/2020

Rivarolo, il sindaco Alberto Rostagno ha scelto: Michele Nastro è il quinto assessore in Giunta

Il sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno ha sciolto il nodo gordiano del quinto assessore: l’ex […]

leggi tutto...

17/01/2020

Ivrea: detenuto colpito da legionella è grave in ospedale. Controlli sanitari dell’Asl nel carcere

Ivrea: detenuto 50enne colpito da legionella è grave in ospedale. Controlli sanitari nel carcere. È ricoverato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy