Leinì, la Elco chiude i battenti e annuncia il licenziamento collettivo di 43 dipendenti

Leinì

/

03/08/2015

CONDIVIDI

Dopo mesi di trattative con sindacati e regione Piemonte non è stato trovato l'accordo sull'applicazione del nuovo piano industriale. La produzione sarà trasferita in Abruzzo

Una fine annunciata. La Elco di Leinì chiude definitivamente i battenti. E 43 dipendenti finiscono in mezzo a una strada. A nulla sono valse le serrate trattative sindacali che avevano lo scopo di scongiurare la cessazione dell’attività azienda. La ex Corona di via Lombardore 256, storica azienda leinicese specializzata nella produzione di circuiti stampati ad alta tecnologia, ha ufficialmente confermato l’intenzione di voler procedere con i licenziamenti collettivi. A giugno la Fiom-Cgil aveva chiesto all’azienda e alle istituzioni di creare un tavolo di crisi con l’intenzione di trovare una soluzione intermedia che evitasse il tracollo e che, in qualche modo, salvaguardasse i livelli occupazionali. La proposta avanzata riguardava l’applicazione dei contratti di solidarietà. Ma la dirigenza dell’azienda non ha ritenuto che questa fosse una strada praticabile e ha annunciato che l’intera produzione verrà trasferita con effetto immediato nello stabilimento di Carsoli, in Abruzzo. In realtà la società si era dichiarata ad accettare la proposta avanzata dai sindacati a patto che si accettasse il piano di ristrutturazione che prevedeva un drastico ridimensionamento dell’organico: vale a dire che 15 dipendenti avrebbero dovuto accettare di andare, entro il prossimo 31 ottobre, in mobilità. L’accordo su questo punto non è stato trovato, nonostante l’intervento dell’assessorato al Lavoro della regione Piemonte e la Elco ha confermato la volontà di chiudere e trasferire la produzione in provincia dell’Aquila.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivara

/

20/11/2018

Coldiretti: Rivara ospita l’annuale “Festa provinciale del Ringraziamento”

Sarà il comune di Rivara ad ospitare, domenica 25 novembre, la “Giornata provinciale del Ringraziamento” promossa […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

20/11/2018

All’Anas le strade della Città Metropolitana? Iaria: “Gl’investimenti devono essere certi”

Cedere all’Anas parte della rete di strade provinciali che la Città Metropolitana ha ereditato dall’ex provincia […]

leggi tutto...

Caluso

/

20/11/2018

Caselle Torinese, gli autovelox fanno strage: 15 mila multe per eccesso di velocità in un solo mese

Una vera e propria strage: 15 mila multe per eccesso di velocità a Caselle Torinese in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy