Leinì, i carabinieri confiscano a un imprenditore beni per 1 milione e 600 mila euro

04/01/2018

CONDIVIDI

I militari, su ordine della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Torino, hanno apposto i sigilli a immobili, capannoni, uffici, furgoni e una Bmw

C’era qualcosa che non quadrava nella proporzione tra beni dichiarati e quelli realmente posseduti: una sproporzione che, accertata, ha fatto scattare la confisca. Per questa ragione i carabinieri della stazione di Leinì hanno apposto, su ordine della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Torino, i sigilli a beni per un ammontare complessivo di 1 milione e 60o mila euro e hanno notificato all’imprenditore edile Mario Antonio Russo, 56 anni, residente a Leinì, la misura della sorveglianza speciale per due anni con l’obbligo di soggiorno nel comune di Leinì.

L’operazione dell’Arma ha avuto luogo lo scorso venerdì 29 dicembre. L’uomo ha alle spalle precedenti per reati contro il patrimonio e per detenzione di armi.

Gli approfondimenti a carattere economico e patrimoniale eseguiti dai carabinieri, avrebbero evidenziato un’evidente sproporzione tra i redditi dischiarati al fisco e il valore dei beni riconducibili.

In questo contesto è stata disposta nei confronti dell’uomo e della moglie convivente la confisca di beni immobili e mobili a loro intestati che consistono in 2 immobili a Caselle, 5 capannoni industriali, 1 immobile destinato ad uffici con annessa unità abitativa a Leinì, 2 autocarri, 1 furgone, un’autovettura, 1 immobile e 2 garage a Torino per un valore complessivo di 1 milione e 600 mila euro.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/09/2018

“Strada Gran Paradiso”: la visita al castello di Valperga conclude le escursioni di fine estate

Ultimo fine settimana di settembre e ultima escursione di fine estate-inizio autunno per Strada Gran Paradiso. […]

leggi tutto...

Volpiano

/

25/09/2018

Volpiano: alla scuola di musica della Filarmonica il nome del presidente dell’Anbima Piero Cerutti

Volpiano ha ricordato Piero Cerutti, il presidente provinciale dell’Anbima, l’associazione nazionale che rappresenta le bande musicali […]

leggi tutto...

San Giusto Canavese

/

25/09/2018

San Giusto, l’appello di “Libera” sulla villa confiscata ad Assisi: “Sia restituita alla collettività”

Ancora un Appello di Libera Piemonte riguardante la villa che era di proprietà del narcotrafficante latitante […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy