L’ASL TO4 E’ UNA DELLE AZIENDE SANITARIE IN CUI SI SPERIMENTA L’AUTOPSIA VIRTUALE

Ivrea

/

04/05/2016

CONDIVIDI

Con l'abbinamento tra la Tac e un nuovo software che trasforma le immagini radiologiche in immagini tridimensionali, non è più necessario intervenire sui cadaveri

E’ l’Asl To4 di Chivasso, Ciriè e Ivrea a sperimentare presso le strutture ospedaliere che fanno parte della rete aziendale, la nuova autopsia virtuale. L’esame, altamente innovativo e non invasivo, aiuterà l’anatomopatologo e il medico legale ad eseguire esami autoptici estremante precisi e definiti nei dettagli. In sostanza la nuova metodica unisce una Tac (Tomografia Assiale Computerizzata) multistrato, capace di fornire immagini precise e un software che è in grado di trasformare le indagini radiologiche in immagini tridimensionali secondo i piani anatomici. Una metodica che consentirà di effettuare autopsie senza intervenire sul cadavere.

Una novità assoluta e, nel suo campo, altamente rivoluzionaria. Questa tecnica, già riconosciuta a livello internazionale come prova autoptica a completamento o, a volte, in sostituzione dell’autopsia classica, è effettuata da uno specialista medico legale dell’Azienda, il dottor Mario Alexandru Apostol, che in questi anni ha rinforzato la propria preparazione con corsi specifici seguiti all’estero.

“Nei prossimi giorni – spiega il Direttore Generale dell’ASL TO4, Lorenzo Ardissonesarà deliberato un gruppo di lavoro specifico per diffondere l’utilizzo dell’autopsia virtuale all’interno dell’Azienda, a completamento o in alternativa all’autopsia classica, che sarà coordinato proprio dal dottor Apostol”.

Grazie a questa tecnica innovativa, che, per quanto noto all’Azienda, è utilizzata in pochissimi centri a livello nazionale, è stata effettuata l’autopsia virtuale per il sig. A. B., purtroppo deceduto nella giornata di ieri in Pronto Soccorso a Chivasso dopo aver subito un incidente stradale. Attraverso l’autopsia virtuale sono state accertate le cause di morte, che sono in corso di trasmissione alla Procura per i successivi atti da compiere.

Dov'è successo?

Leggi anche

28/05/2020

Coronavirus, l’ora donata dai dipendenti Nova Coop va a sostegno della Croce Rossa piemontese

Nel mese di aprile i dipendenti di Nova Coop, la cooperativa di consumatori con 64 punti […]

leggi tutto...

28/05/2020

Coronavirus in Piemonte: anche oggi numeri incoraggianti. Un solo decesso e contagi in calo

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che giovedì 28 maggio, i pazienti virologicamente guariti, cioè […]

leggi tutto...

28/05/2020

E’ arrivata in Piemonte “Amnèsia”, la super marijuana che fa perdere la memoria. Ed è allarme

Il variegato mercato delle sostanze stupefacenti non cessa di “sfornare” nuove droghe, sempre più potenti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy