La sensitiva Claudia Pinna: presto emergeranno i segreti sulle morti di Gloria Rosboch e Pomatto

Canavese

/

12/03/2016

CONDIVIDI

Ulteriore grande impegno delle forze dell'ordine per la criminalità in crescita e lutti prematuri nel mondo della politica, dell'economia e dello Sport. E poi ancora scandali in politica

“Vedo un grande impegno delle forze dell’ordine, la criminalità in crescita, il pericolo costituito dalla presenza di terroristi nel territorio canavesano, improvvisi lutti legati a personaggi conosciuti del mondo della politica, dello sport e dell’imprenditoria”. Claudia Pinna, 57 anni, è la sensitiva chivassese che finora, in tanti anni, non ha sbagliato nessuna previsione, negativa o positiva che fosse, sia a livello territoriale che in quello nazionale e mondiale. Dallo scandalo che ha fatto seguito ai pellegrinaggi a Medjugorje che avrebbero reso milioni Vicka Ivankovic Mijatovicè, una delle storiche veggenti, annunciato anche su “Canavesenews”, a quelli legati alla politica e ad altri esponenti del Movimento 5 Stelle, finora le sue sensazioni si sono rivelate più che reali. Il Canavese: una terra simbolo di genialità, di grande impegno professionale e imprenditoriale, ma anche terreno fertile per una profonda germinazione della malavita organizzata. Qui sono accaduti in passato crimini efferati legati alla guerra tra fazioni mafiose e qui sono morti di recente la professoressa di Castellamonte Gloria Rosboch e il felettese Pierpaolo Pomatto. Claudia Pinna ha seguito queste vicende di cronaca, come ne sta seguendo altre in una dimensione nazionale: la tragica morte, ancora avvolta nel mistero del ricercatore Giulio Regeni e di Isabella Noventa. Da anni Claudia Pinna, collabora con l’autorità giudiziaria di Roma per contribuire a risolvere i gialli che appaiono più impenetrabili.

“La verità sulla morte di Gloria Rosboch è vicinissima. Si scopriranno finalmente che fine hanno fatto i soldi dell’insegnante uccisa e la pistola che gl’inquirenti stanno cercando – spiega -. L’inchiesta non è finita e riserverà ancora eclatanti retroscena sulla vita di Gabriele Defilippi e delle persone che hanno agito con lui”. E poi Pierpaolo Pomatto: “Presto emergeranno novità in questa altra tragica vicenda: anche in questo caso si sa ancora poco sulle sue amicizie, sul giro che frequentava e su poco lecite azioni compiute che, secondo le mie sensazioni, sono legate alla sua morte. Anche qui, molto presto, giudici e carabinieri arriveranno a scoprire entro la fine del mese a una sconvolgente novità. Sento inoltre che alcuni scandali legati a truffe caratterizzeranno il Canavese da qui alla fine di quest’anno bisestile. La crisi porterà a una recrudescenza di rapine e furti costringendo le forze dell’ordine a esercitare un impegno straordinario”. Claudia Pinna, che ha partecipato a importanti trasmissioni televisive della Rai e di Mediaset, è spesso perseguitata dalle sue sensazioni che vive con estrema intensità: il caso di Giulio Regeni, in ricercatore che ha perso la vita, sembra torturato dai servizi segreti egiziani è, a suo giudizio, ancora l’ontano dall’essere risolto. “

Quel giovane ha scoperto segreti che non doveva conoscere. Per questo è stato messo a tacere e le autorità egiziane hanno tutto l’interesse a non collaborare per evitare che queste scomode verità divengano di dominio pubblico – spiega -. A mio giudizio sono stati i servizi segreti a torturarlo per verificare fino a che punto sapeva e il governo farà di tutto per ostacolare le indagini dei magistrati italiano. Ci vorrà molto tempo prima che la verità inizi ad emergere”. Isabella Noventa: la donna uccisa da Freddy, l’uomo di ghiaccio che l’avrebbe uccisa. La stanno cercando da oltre un mese e un sommozzatore ha già perso la vita per cercarla nel fiume dove, stando al racconto che Freddy ha reso ai magistrati, avrebbe gettato il cadavere. “No, in quel fiume Isabella non c’è mai stata – asserisce la sensitiva -. Ho la forte sensazione che gl’investigatori dovrebbero cercare in un luogo in cui sono presenti acqua e fango, ma che è vicina alla casa del suo assassino. Quell’uomo e la complice tabaccaia, ha mentito su tante cose, compreso il luogo nel quale avrebbe nascosto il cadavere della povera Isabella. Anche in questo caso si capirà che non è soltanto uccisa per la gelosia, ma per questioni legate ai soldi e a segreti dei quali era venuta a conoscenza e che le sono costate la vita”. La sensitiva Claudia Pinna è raggiungibile al numero 392.693.82.69.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

20/11/2017

Aeroporto di Caselle: “sbarca” nello scalo il primo store virtuale della Marina Militare Sportswear

L’azienda toscana Iccab srl, produttrice e distributrice in esclusiva del brand di abbigliamento Marina Militare Sportswear […]

leggi tutto...

Volpiano

/

20/11/2017

La Comital di Volpiano fa marcia indietro, ritira i licenziamenti e chiede la cassa integrazione

La Comital di Volpiano fa marcia indietro e ha ufficialmente comunicato che a far data da […]

leggi tutto...

Ivrea

/

20/11/2017

Ivrea, la Band canavesana “The Jab” sbarca ad “Amici”, il celebre talent di Maria De Filippi

Il primo ostacolo, quello dei casting, è stato superato: la band eporediese “The Jab” partecipa ufficialmente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy