Karate: la Rem Bu Kan di Rivarolo protagonista dell’International Cup a Castel d’Ario

Rivarolo Canavese

/

01/02/2019

CONDIVIDI

A fine gara grande soddisfazione per i risultati ottenuti in questa competizione, che a detta del Maestro Giacomo Buffo ha confermato l’alto livello tecnico, espresso dagli agonisti canavesani, che ancora una volta, si sono distinti con ottimi risultati, sia nella gara internazionale riservata alle cinture seniores, che dimostra come le prospettive, in vista del prossimo campionato mondiale, siano più che promettenti

Nello scorso week end, sabato 26 e domenica 27 gennaio, a Castel d’Ario in provincia di Mantova, presso il Palazzetto dello Sport, è stato protagonista il karate, con un doppio importante appuntamento, organizzato dai maestri Paolo Lusvardi e Mauro Lanzoni, con la supervisione della segreteria guidata da Manuela Moreschi dalla sezione Lombardia SKI-I, con ospite Shihan Masaru Miura 9° Dan, presidente del comitato tecnico SKI Europa e Sensei Hiroyoshi Okazaki 8° dan istruttore ISKF /JKA USA.

Sabato 26, infatti, si è disputato l’International Cup, gara di kata e kumite (individuale e a squadre) riservata alle sole cinture nere: 300 sono stati i partecipanti, a cui hanno partecipato oltre all’Italia ben 13 nazioni, tra cui Inghilterra, Slovenia, Belgio, Repubblica Ceca, Irlanda, Indonesia, Svizzera, Stati Uniti, Ungheria e Russia, Danimarca, Germania e Olanda, che hanno anticipato molte delle sfide del prossimo mondiale, che si disputerà in Repubblica Ceca a luglio.

Sfide avvincenti sia nel kata che nel kumitè, hanno catturato l’attenzione del pubblico numeroso presente sugli spalti, ma soprattutto del coach della nazionale Maestro Paolo Lusvardi, che ha ormai cominciato a stilare la lista degli azzurri che affronteranno tra qualche mese, questa esperienza unica.
Per la Rem Bu Kan del Maestro Giacomo Buffo (6° Dan), da registrare un altro week end da protagonista, grazie ai risultati ottenuti dagli agonisti cinture nere Seniores, che hanno brillato nelle varie specialità.

Nella specialità kata individuale, doppio oro per Giulia e Marco Buffo, che confermano ancora una volta il loro stato di forma in questa specialità e Giorgio Padoan tra le giovani promesse cinture nere juniores, che ottiene l’argento.
Belle soddisfazioni giungono dalle gare a squadre, dove sempre Marco Buffo con i compagni Lorenzo Terzano e Riccardo Carlino, ottengono l’argento, ad un decimo di punteggio , dietro ai fortissimi Indonesiani; il terzetto rivarolese difenderà i colori azzurri in questa specialità, proprio nel prossimo mondiale.

Anche nella gara di kumite a squadre, il giovane team Italia B, formato da Marco Buffo, Pasquale Rizzo, Lorenzo Terzano, Davide Rossi, Riccardo Carlino e Davide Verderame, ottiene il 2°posto, dietro ai fortissimi ed esperti titolati Belgi, dopo aver eliminato nel girone Svizzera e Inghilterra, mostrando una tecnica e un carattere, che bene fanno sperare per il futuro del kumitè nazionale.

Domenica 27 gennaio, invece, come tradizione si è svolta la 9° edizione del Trofeo Mantova, una delle gare interregionali più importanti della stagione, riservata alle categorie kyu e Cinture Nere Juneres,dove oltre 200 atleti provenienti da tutta Italia, si sono confrontati in gare di kata e kumite individuale.
Qui registra ottimi piazzamenti Matteo Bertone 1° nel kumitè cinture nere 14-17 anni e 3° nel Kata, con Matteo Spezzano 3° nel Kumite cinture marroni 14-17 anni e 4° nel kata. Tra le più piccole di categoria fino a13 anni, si conferma fuori classe tra le cinture verdi e blu al 1° posto nel kata, Vivien Oberto, mentre nel kumitè cinture marroni, strabilia Agata Madeddutra al 2° posto ,davanti al compagno, stessa categoria Cristian Dura al 3° posto. Si accontenta del 4° posto il più grandicello nella categoria cinture nere 14-17 Giorgio Padoan.

A fine gara grande soddisfazione per i risultati ottenuti in questa competizione, che a detta del Maestro Giacomo Buffo (della Rem Bu Kan di Rivarolo), ha confermato l’alto livello tecnico, espresso dagli agonisti canavesani, che ancora una volta si sono distinti con ottimi risultati, sia nella gara internazionale riservata alle cinture seniores sabato, quindi con ottime prospettive, in vista del prossimo mondiale, sia nella gara interregionale di domenica, riservata ai più giovani, a dimostrazione di come il gruppo agonisti, sia in grado di reggere anche il confronto con avversari di team italiani e stranieri titolati, grazie al loro costante lavoro, svolto con impegno e serietà ogni settimana, a fianco dei rispettivi maestri e allenatori.

Il prossimo appuntamento per gli agonisti è fissato per il 3 marzo a Campiglia Marittima per il trofeo Venturina , seguiranno i Campionati Regionali il 10 marzo che si terranno proprio a Rivarolo, lo stage federale ad Igea Marina il 22-24 marzo, la gara per i seniores ad Anagni il 14 aprile, i campionati Italiani 11 e 12 maggio ad Igea Marina e il Trofeo Ivan Reale, che si terrà domenica 26 maggio a Rivarolo Canavese.

Leggi anche

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gran festa per l’asilo nido “Il Girotondo” che compie quarant’anni di vita

Da quarant’anni assolve ininterrottamente alla sua funzione: quello di essere un punto di riferimento per intere […]

leggi tutto...

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gli orafi e i metallurgici celebrano in grande stile la festa del patrono Sant’Eligio

Domenica 24 e lunedì 25 novembre a Rivarolo Canavese saranno celebrati i festeggiamenti in onore di […]

leggi tutto...

20/11/2019

Il consigliere canavesano Andrea Cane difende in Regione la presenza del Crocifisso nelle scuole

Torna attuale in Regione Piemonte la contrapposizione politica relativa alla presenza del crocifisso nelle scuole: a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy