Ivrea: un padre minaccia, dopo la separazione coniugale, giudici e avvocati e finisce nei guai

Ivrea

/

02/09/2016

CONDIVIDI

La procura di Milano ha aperto un fascicolo d'indagine mentre la polizia ha intensificato i controlli nei confronti del magistrati

I giudici del tribunale di Ivrea gli avevano ridotto l’orario durante il quale poteva vedere il figlio dopo la separazione coniugale. Una sentenza che non gli è andata proprio giù, sulla quale deve aver rimuginato chissà quanto, fino a quando la depressione della quale soffriva, lo ha letteralmente stravolto. E’ allora che ha iniziato a scrivere e-mail minacciose all’indirizzo del procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando, al presidente del Tribunale di Ivrea Carlomaria Garbellotto e a tutti coloro che si sono occupati del suo caso: giudici, professionisti, periti, assistenti sociali e avvocati.

Su quelle minacce la procura della Repubblica di Milano, competente per giurisdizione, ha aperto un fascicolo per minacce e nei guai è finito un quarantenne che adesso sarà protagonista di un’altra vicenda giudiziaria piuttosto articolata. In ogni caso, a scopo precauzionale, in considerazione del fatto che l’uomo frequenta spesso le aule del tribunale eporediese anche se con giustificato motivo, la polizia ha intensificato i controlli per evitare che l’uomo possa mettere in atto le sue minacce.

Ad intercettare le e-mail sono stati gli agenti della polizia giudiziaria. Il padre “sconfortato” non neanche pensato di spedire le lettere elettroniche in modalità anonima. Per i tecnici informatici scoprire l’autore dei messaggi è stato affare di un momento.

Dov'è successo?

Leggi anche

05/06/2020

Piemonte: scattano le denunce per la “bufala” sulle mascherine tossiche distribuite dalla Regione

“La Regione Piemonte sta procedendo a denunciare per procurato allarme quanti hanno dato visibilità all’ignobile accusa […]

leggi tutto...

05/06/2020

Coronavirus in Piemonte: negli ospedali si svuotano e chiudono i reparti Covid. Ma risalgono i contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che oggi, venerdì 5 giugno, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...

05/06/2020

Scuole chiuse, medici e infermieri: “Noi ci occupiamo dei pazienti, chi si occupa dei nostri figli?”

L’Anaao Assomed Piemonte e Nursind Piemonte hanno sottoscritto un documento congiunto che è stato inviato al […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy