Ivrea, un devastante incendio distrugge il tetto di un cascinale. A rischio tre famiglie

Ivrea

/

12/02/2017

CONDIVIDI

I tecnici del Comune dovrabb verificare l'agibilità dello stabile. I pompieri hanno lavorato per ore prima di domare il rogo

Può essere, (al momento si tratta di una mera ipotesi) che a innescare le fiamme sia stato il malfunzionamento della canna fumaria: sta fi fatto che un vasto incendio ha devastato quasi interamente un cascinale che si trova in via Bollengo a Ivrea all’interno del quale vivevano tra famiglie. E’ accaduto nella notte di domenica 12 febbraio, intorno alle due di notte. A lanciare l’allarme sono stati i residenti nell’edificio.

Sul luogo dell’incendio sono intervenuti i vigili del fuoco di Ivrea, i colleghi del distaccamento volontario di Rivarolo Canavese di Castellamonte e l’autoscala proveniente da comando di Biella. I pompieri hanno dovuto lavorare a lungo per avere ragione dell’incendio e mettere in sicurezza lo stabile. Tutte e tre le famiglie sono state fatte allontanare. Non si registrano né feriti e né intossicati.

Toccherà ai tecnici del Comune verificare lo stato di agibilità del cascinale. Le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Ivrea. Allo stato attuale delle cose è ancora difficile stabilire in quale punto dell’edificio si sono sviluppare le fiamme. Sta di fatto che il tetto del cascinale è stato interamente divorato dalle fiamme.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

15/12/2017

San Giorgio: da lunedì 18 la Media ospiterà gli alunni della scuola chiusa per il monossido di carbonio

Da lunedì 18 dicembre gli scolari della scuola elementare di San Giorgio Canavese, potranno tornare a […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: autobotti Smat prelevano dall’acquedotto per dissetare le Terre Alte in preda alla siccità

Il Canavese ha sete e da circa cinque mesi le autobotti della Smat prelevano l’acqua dall’acquedotto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy