Ivrea, uccise un pensionato per 700 euro. Sì della Cassazione alla pena di 18 anni per l’assassino

Ivrea

/

29/11/2017

CONDIVIDI

La vittima, 77 anni, morì soffocarto nel bagno del suo appartamento. A incastrare l'assassino è stato in Dna contenuto nella pelle trovata sotto le unghie del rapinatore

La Cassazione ha confermato in via definitiva la pena a 18 anni di reclusione alla quale era stato condannato nei precedenti gradi di giudizio Ferdinando Genovese di 58 anni che era stato accusato dell’omicidio di Benito Peloso, 77 anni, un pensionato residente a Ivrea. L’omicidio era stato commesso, il 2 aprile del 2014, per rubare all’anziano il denaro della pensione. Si chiude con la sentenza definitiva della Cassazione, una vicenda giudiziaria apparsa ben chiara fino dall’inizio. Le indagini erano state condotte dai carabinieri del nucleo investigativo di Torino ed erano state coordinate dalla procura di Ivrea.

L’assassino Ferdinando Genovese, era stato incastrato dalle tracce di dna rinvenuto sotto le unghie della vittima. Il movente? Il denaro. A Genovese servivano soldi e rapinò Peloso di 700 euro della pensione che aveva prelevato in ufficio postale.

Nella ricostruzione effettuata da investigatori e inquirenti, dopo aver rapinato Benito Peloso, fuggì chiudendo a doppia mandata la porta del bagno dove aveva ucciso il pensionato e fece sparire la chiave.

Inizialmente si era pensato che il pensionato fosse morto a causa di una malore ma poi i medici gli trovarono in gola alcuni fogli di carta che ne avevano causato il decesso per soffocamento. Nonostante Ferdinando Genovese abbia tentato, senza successo, di depistare le indagini, il Dna e le analisi di laboratorio compiute dagli esperti del Ris di Parma dei carabinieri, lo hanno incastrato definitivamente indicandolo come l’assassino del povero pensionato.

Dov'è successo?

Leggi anche

Favria

/

16/12/2018

Affollata apericena natalizia del Tennis Club di Favria per il tradizionale scambio di auguri

Hanno chiuso in bellezza una stagione sportiva caratterizzata da grandi tornei e appassionanti sfide con una […]

leggi tutto...

Ciriè

/

16/12/2018

Natale nel reparto di Pediatria a Ciriè: i carabinieri consegnano i pacchi dono ai bambini

Per i piccoli degenti del reparto di pediatria dell’ospedale di Ciriè Babbo Natale veste la divisa […]

leggi tutto...

Ceresole Reale

/

16/12/2018

Giro d’Italia: monta la polemica sulla tappa al Serrù. Legambiente: “Così si danneggiano gli animali”

Legambiente non ha dubbi “Gli animali vengono prima di tutto”. E si rinfocola il rovente dibattitto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy