Ivrea, ticket per la sosta con i numeri di targa: stretto giro di vite contro il bagarinaggio

Ivrea

/

11/03/2017

CONDIVIDI

In questo modo la società Ivrea Parcheggi recupererà i 50 mila euro che ogni anno perde a causa dell'abusivismo

Dopo le proteste e le denunce da lunedì 13 marzo la vita sarà più dura per i parcheggiatori abusivi in piazza Freguglia a Ivrea. Gli automobilisti dopo aver inserito il denaro dovranno anche digitare anche le prime tre cifre della targa. Un’accorgimento che è stato adottato dalla società Ivrea Parcheggi in accordo con il Comune per reprimere l’attività dei numerosissimi parcheggiatori abusivi perchè con il nuovo ticket il bagarinaggio non sarà più possibile. L’iniziativa, al momento limitata a piazza Freguglia, sarà estesa nelle prossime settimane anche negli altri spazi a pagamento come piazza del Rondolino, piazza Fillak, piazza Sirio, piazza Lamarmora e piazza Ferrando per un totale di oltre un migliaio di stalli.

Il provvedimento si è reso necessario non soltanto perchè i tanti parcheggiatori abusivi per la maggior parte di origine africana evitino di importunare gli automobilisti ma anche quei 50 mila euro all’ano che la società perde a causa del bagarinaggio. L’aggiornamento dei software dei parcometri costerà complessivamente 2mila euro e sgraverà gli agenti di polizia locale e gli ausiliari da un carico di lavoro che stava diventando troppo gravoso.

Dov'è successo?

Leggi anche

12/07/2020

Ivrea protagonista dell’hi-tech grazie al nuovo progetto “Ico Valley-Human Digital Hub”

 Si chiama “Ico Valley-Human Digital Hub” il progetto dedicato alla formazione e alle start-up digitali prenderà vita […]

leggi tutto...

12/07/2020

Coronavirus in Piemonte: l’epidemia rallenta. Nessun decesso e solo quattro nuovi contagiati

Coronavirus in Piemonte: l’epidemia rallenta. Nessun decesso e solo quattro nuovi contagiati. L’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

12/07/2020

Traversella: un’escursionista francese si infortuna in un sentiero. La gita finisce in ospedale

Traversella: un’escursionista francese si infortuna in un sentiero. La gita finisce in ospedale. Doveva essere una […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy