Ivrea, piace l’iniziativa “A spasso con la Storia” organizzata dagli Aranceri Scorpioni d’Arduino

04/02/2018

CONDIVIDI

Numerosi visitatori provenienti dal Piemonte hanno passeggiato per le vie della città in compagnia di un'archeologa e di un bravo gruppo di attori. Un'occasione per scoprire il fascino della città "dalle rosse torri"

Nel pomeriggio di ieri, sabato 3 Febbraio, si è svolta con successo l’iniziativa “A Spasso Nella Storia”, organizzata dalla Squadra degli Aranceri Scorpioni d’Arduino.
Il pomeriggio culturale all’insegna della riscoperta della città di Ivrea e della sua ricca storia, ha visto la partecipazione di una settantina di persone provenienti da diverse località del Piemonte, attratte dall’idea di conoscere la bella Città dalla Rosse Torri, passeggiando per le vie della città.

Molto apprezzata è stata la passeggiata in compagnia dell’archeologa professionista Lorenza Boni ed a seguire, lo spettacolo teatrale “Diamantinus ed il Manoscritto Ritrovato” a cura di Paolo Lova e Davide Mindo ha chiuso l’originale iniziativa proprio laddove un tempo sorgeva il grande teatro romano. Seguendo le trasformazioni della città e del suo paesaggio tra età romana e medioevale, particolare attenzione è stata riservata alla cittadella vescovile (cripta e chiostro del Duomo, San Nicola, ecc.).

Lorenza Boni, collaborando da diversi con la Sovraintendenza ai Beni Archeologici del Piemonte, ed occupandosi di indagine e divulgazione in diversi scavi del territorio, come ad esempio la Pieve di San Lorenzo a Settimo Vittone e i numerosi siti di archeologia urbana eporediese e dell’anfiteatro morenico, è riuscita sapientemente a trasmettere con entusiasmo la storia della città nel corso del tempo.

A suggellare il pomeriggio culturale, l’attore Davide Mindo ed il musicista Paolo Lova, proponendo il loro spettacolo frutto di un accurata ricerca storica condotta su antichi testi medievali, hanno permesso di rievocare le suggestioni e le atmosfere del tempo che fu, offrendo diversi punti di contatto e riflessione tra passato e presente. Infatti, il viandante Diamantinus (Davide Mindo) ha guidato lo spettatore nel mondo medievale attraverso l’accompagnamento musicale di Paolo Lova che ha eseguito al liuto diversi brani risalenti all’epoca compresa tra il X e il XV secolo.

Prossima occasione per poter passeggiare in compagnia dell’ Archeologa sarà il 24 Marzo 2018 in occasione della Terza Edizione della Passione di Cristo di Ivrea, quinta Sacra Rappresentazione Medievale ideata e gestita dall’ Associazione Artistico Culturale “Il Diamante”, sotto la direzione artistica di Davide Mindo.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/02/2018

Chivasso/Settimo: la crisi Trony spaventa i dipendenti dei punti vendita. A rischio 60 posti di lavoro

Lo spettro della chiusura non fa dormire di notte i dipendenti di alcuni punti vendita della […]

leggi tutto...

23/02/2018

Cuorgnè: 1.500 pazienti rimangono senza medico di famiglia. Un sostituto tampona l’emergenza

Una soluzione provvisoria destinata a tamponare l’emergenza che si è venuta a creare a Cuorgnè dove […]

leggi tutto...

23/02/2018

Rivarolo Canavese: torna la rassegna Unavoltalmese (quasi). Va in scena il teatro di narrazione

Torna Una voltalmese (quasi), un appuntamento fisso, il rendez-vous teatrale mensile proposto da Faber Teater per […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy