Ivrea: saranno le perizie chieste dalla procura a chiarire se la pistola di Defilippi ha sparato

Ivrea

/

16/09/2016

CONDIVIDI

Il calibro dell'arma è compatibile comn quella usata in due omicidi. La procura intende accertare se la pistola semiautomatica è stata usata in almeno due occasioni

Lunedì 19 settembre Giuseppe Ferrando, procuratore capo di Ivrea conferirà l’incarico per effettuare la perizia balistica sulla pistola che Gabriele Defilippi aveva consegnato all’ex amico amante Roberto Obert affinchè la nascondesse nei boschi tra Rivarossa e Barbania, laddove dopo reiterate ricerche gl’investigatori l’hanno ritrovata.

Saranno gli “accertamenti tecnici irripetibili” come quelli compiuti dagli specialisti del Ris sull’auto di Roberto Obert, a chiarire definitivamente se quell’arma semiautomatica ha sparato in almeno due occasioni. Il calibro della pistola appartenuta a Defilippi, sembra sia compatibile con quella che sparato due volte: la prima, il 2 agosto 2011 a Rivalba, comune che si affaccia sulla collina torinese dove venne rinvenuto il cadavere del grafico Paolo Pilla (un giallo che non ha ancora trovato una soluzione) e la seconda in frazione Vesignano di Rivarolo Canavese il 18 gennaio 2016 dove fu trovato il cadavere di Pierpaolo Pomatto, l’ex panettiere di Feletto ucciso con un colpo di pistola alla nuca.

La perizia dovrà confermare o meno i sospetti degli inquirenti. Per quell’omicidio è stato arrestato Mario Perri che, a mesi di distanza dal suo arresto, continua a proclamarsi innocente.

L’avvocato Pierfranco Bertolino, difensore di Gabriele Defilippi che, con il maturo ex amante, si trova in carcere con l’accusa di aver ucciso in concorso con Roberto Obert l’ex insegnante di supporto di Castellamonte Gloria Rosboch, commenta lapidario: “Lunedì prossimo il procuratore capo conferirà l’incarico per la perizia balistica. Restiamo in attesa di aggiornamenti”.

Dov'è successo?

Leggi anche

05/06/2020

Coronavirus in Piemonte: negli ospedali si svuotano e chiudono i reparti Covid. Ma risalgono i contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che oggi, venerdì 5 giugno, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...

05/06/2020

Scuole chiuse, medici e infermieri: “Noi ci occupiamo dei pazienti, chi si occupa dei nostri figli?”

L’Anaao Assomed Piemonte e Nursind Piemonte hanno sottoscritto un documento congiunto che è stato inviato al […]

leggi tutto...

05/06/2020

Cassa in deroga, il Governatore Cirio: “Entro il 21 giugno l’Inps pagherà tutti i lavoratori”

Entro il prossimo 21 giugno tutti i dipendenti che hanno diritto alla cassa integrazione in deroga […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy