Ivrea: riprende il “Caffè con l’esperto” della Lega Nord. Si parlerà di Flax Tax e della legge Fornero

08/01/2018

CONDIVIDI

Ospite del terzo incontro, che avrà luogo lunedì 15 gennaio alle 21,00 presso la pizzeria "Sale&Pepe" in piazza Gino Pistoni 27, sarà la consulente fiscale Anna Teresa Vivoli

Dopo la pausa dovuta alle festività natalizie, riprendono gli appuntamenti del “Caffè con l’esperto”, organizzati dalla Lega di Ivrea insieme al Movimento Giovani Padani. Ospite del terzo incontro, che avrà luogo lunedì 15 gennaio alle 21,00 presso la pizzeria “Sale&Pepe” in piazza Gino Pistoni 27, sarà la consulente fiscale Anna Teresa Vivoli, che parlerà della Flat Tax e della legge Fornero.

“Dopo il successo dei primi due appuntamenti, non abbiamo voluto perdere tempo e abbiamo subito organizzato quest’incontro che si preannuncia molto interessante, oltre che di stretta attualità – assicura Andrea Cantoni, cordinatore dei Giovani padani –. Proprio la riforma fiscale sarà uno dei temi di maggior dibattito di qui al voto del 4 marzo e quindi ci è sembrato giusto affrontare la questione con l’ausilio di un professionista. Per fare chiarezza e capire meglio come funziona il sistema che già è stato adottato in vari Stati europei”.

“Flat Tax e abolizione della legge Fornero sono due punti fondamentali del programma della Lega – aggiunge Giuliano Balzola, segretario della Circoscrizione di Ivrea –. Di più, la loro attuazione è un passo necessario e improcrastinabile. Per questo il nostro segretario federale ha preteso che fossero inseriti tra i capisaldi della proposta di governo della coalizione di Centrodestra. Non si può infatti pensare ad un vero rilancio del nostro Paese senza un abbattimento del folle livello di tassazione a cui i governi di Centrosinistra ci hanno portato. Né si può ammettere che il diritto alla pensione sia negoziabile. La legge Fornero è stata un disastro totale e deve essere cancellata”.

“Questo terzo appuntamento del “Caffè con l’esperto” ci consentirà di chiarire come funziona il meccanismo della Flat Tax e, soprattutto, come si sostiene economicamente, smontando così il castello di bugie di una sinistra che non concepisce nemmeno l’idea di abbassare le tasse – conclude Alessandro Giglio Vigna, vice-segretario nazionale della Lega piemontese –. Il continuo innalzarsi del livello di imposizione fiscale ci ha condotti in un vicolo cieco, con le imprese che non riescono a sopravvivere e che quindi sono costrette a licenziare o non assumono più. Col risultato che aumenta la disoccupazione e a farne le spese è pure il commercio, a causa del minor potere di acquisto delle famiglie. Come uscire da questo circolo vizioso? In una maniera tanto semplice quanto rivoluzionaria per un Paese come il nostro, abituato solo ad assistere all’introduzione di sempre nuove gabelle: abbassando le tasse per tutti con la creazione di un’unica aliquota al 15%. Il nostro motto è pagare meno, per pagare tutti. I soloni della sinistra ovviamente vedono la Flat tax come un incubo, perché per loro chi ha una partita Iva è solo una mucca da mungere fino all’ultima stilla. Noi invece sosteniamo l’opposto: la Flat tax funziona, è sostenibile ed è la sola medicina in grado di guarire l’Italia, insieme alla pace fiscale e alla rottamazione delle cartelle di Equitalia al di sotto dei 100mila euro”.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/06/2018

Villanova Canavese: estraevano sabbia e ghiaia dall’alveo del torrente. Denunciati in sei

Con l’escavatore scavano ghiaia e sabbia nell’alveo del torrente “Stura di Lanzo”: ghiaia e sabbia che […]

leggi tutto...

21/06/2018

Fallimento Comital: presidio di dipendenti e sindacati davanti ai cancelli del tribunale

Il futuro è più che incerto per i 110 dipendenti della Comital di Volpiano che, nei […]

leggi tutto...

20/06/2018

Favria celebra i Santi Pietro e Paolo con una grandiosa festa promossa da Comune e Pro loco

Da venerdì 22 a domenica 24 giugno Favria festeggerà i Santissimi Pietro e Paolo e per […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy