Ivrea: dopo il restauro il cocchio della Mugnaia ritorna nell’androne del Palazzo Municipale

Ivrea

/

02/07/2017

CONDIVIDI

I lavori sono stati possibili grazie al contributo dell'Ordine della Mugnaia e della Fondazione del Carnevale

Il cocchio dorato, certamente uno dei simboli del Carnevale più cari agli eporediesi, torna a far bella mostra di sé nell’androne del Municipio. Alla chiusura del Carnevale il cocchio è stato, infatti, affidato alle cure di abili artigiani che, sotto la guida del mastro Eugenio Zanlorenzi, lo hanno riportato all’originario splendore.

Il restauro conservativo ha interessato tutta la struttura del carro – ruote, intarsi, cornici e satiri – che ora possono essere ammirati nuovamente in tutto il loro splendore nell’ingresso del Palazzo Comunale di Ivrea.

In uso dal lontano 1858, il cocchio della Vezzosa Mugnaia è un vero e proprio pezzo di storia del Carnevale che grazie al fondamentale contributo degli Organizzatori e delle Componenti viene ciclicamente sottoposto a minuziose cure per mantenerne intatti fattura e magnificenza.

I lavori di quest’anno seguono quelli già realizzati nel 2008 e sono stati possibili grazie alla disponibilità dell’Ordine della Mugnaia che ha contribuito alle spese e alla Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea.

Dov'è successo?

Leggi anche

Chivasso

/

18/08/2018

Chivasso: dottoressa del Centro di Salute Mentale presa a pugni da un paziente finisce in ospedale

Presa a pugni da un paziente, dottoressa finisce in pronto soccorso: è accaduto nel pomeriggio di […]

leggi tutto...

Caluso

/

18/08/2018

Muore a 23 anni nel giorno del suo compleanno. Operaio di Caluso si schianta con lo scooter

Giuseppe Bongiorno aveva soltanto 23 anni quando è morto a Ferragosto, nel giorno del suo compleanno […]

leggi tutto...

Caselle

/

17/08/2018

Aeroporto di Caselle: la polizia intensifica i controlli. Tre le persone respinte alla frontiera

Controlli serrati della polizia nel ponte di Ferragosto: in considerazione del consistente afflusso di persone nelle […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy