Ivrea: l’assicuratore Vincenzo Antonio Ceratti, 51 anni, è il Generale dello Storico Carnevale 2019

Ivrea

/

06/01/2019

CONDIVIDI

A indossare la splendida uniforme sarà eporediese che vanta una lunga militanza nello Storico Carnevale prima in qualità di arancere nella squadra dei Tuchini, ufficiale di Stato Maggiore e Aiutante di Campo

Vincenzo Antonio Ceratti, 51 anni, di professione assicuratore è il Generale dello storico Carnevale di Ivrea. Nel corso della sempre suggestiva cerimonia che ha avuto luogo a Palazzo di Città nella mattinata di domenica 6 gennaio, Massimiliano Gamerro, Generale 2018, ha ceduto sciabola e feluca a Vincenzo Antonio Ceratti, un eporediese che vanta una lunga militanza nello Storico Carnevale prima in qualità di arancere nella squadra dei Tuchini, ufficiale di Stato Maggiore e Aiutante di Campo.

Giovanni Antonio Ceratti è da molti anni impegnato nel volontariato in Croce Rossa: in questa 39ma edizione dello Storico Carnevale, il nuovo Generale Corona un sogno a lungo covato: quello di indossare la splendente uniforme di colui che affiancherà La Mugnania nei frenetici giorni dell’immininente Carnevale. A dare lettura al verbale è stato il Sostituto Davide Diane.

La manifestazione è proseguita alle ore 14,00 con il saluto dei Credendari al Magnifico Podestà alla presenza dei Gruppi Storici in piazza di Città. A seguire la tradizionale Cerimonia del Sale e del Pane. Partenza del Corteo del Gruppo Storico de “I Credendari” verso la Cappella dei Tre Re al Monte Stella.

Alle 14.40 l’arrivo dei Credendari e del Podestà alla Cappella dei Tre Re, mentre alle 15.35 il corteo dei Credendari e del Podestà da piazza Ottinetti ha raggiunto il Duomo, dove è stata celebrata alle 16,00 la Santa Messa in Duomo alla presenza delle autorità cittadine, del Generale 2019 e di tutte le Componenti dello Storico Carnevale e Cerimonia dei Ceri: il Magnifico Podestà, accompagnato dal suo seguito e dal Gruppo Storico I Credendari hanno fatto dono a Monsignor Vescovo Edoardo Cerrato del cero votivo per invocare la protezione della Madonna sulla Città (una cerimonia antica che si svolgeva nella Cappella dei Tre Re sul Monte Stella, edificata intorno all’anno 1220 su consiglio di San Francesco d’Assisi).

Leggi anche

01/06/2020

Rivarolo: al tempo del Covid-19, la danza diventa un coinvolgente video che inneggia alla resilienza

Rivarolo Canavese: al tempo del Covid-19, la danza diventa un coinvolgente video che inneggia alla resilienza. […]

leggi tutto...

01/06/2020

Ciriè: individuato dai carabinieri il 15enne che ha “palleggiato” con un riccio fino ad ucciderlo

E’ un 15enne residente in un piccolo comune dell’Alto Canavese che sabato scorso si è divertito […]

leggi tutto...

01/06/2020

Coronavirus in Piemonte: i pazienti in ospedale scendono sotto quota mille. Oggi un solo decesso

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, lunedì 1° giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy