Ivrea, i ladri fuggono a folle velocità su un’auto rubata. La polizia recupera 8 chili di gioielli

Ivrea

/

13/03/2017

CONDIVIDI

I complici del ventiseienne albanese finito in manette sono riusciti a fuggire. Gli agenti del commissariato di Ivrea sono sulle loro tracce

Avevano messo a segno diversi furti nel Biellese, utilizzando la medesima tecnica. Infrangevano il vetro di porte finestre ed entravano nelle abitazioni sottraendo ingenti quantitativi di merce preziosa, dalle borse di marca ai monili in oro. Circa 8 chili di gioielli sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato, un valore stimato di oltre 30mila euro. IStavano agendo indisturbati, ma la scelta, sabato sera, di fuggire a bordo di una Bmw rubata con istallato un antifurto satellitare, collegato direttamente alla Centrale Operativa di un istituto di vigilanza dell’Aquila, ha posto fine alla loro azione criminosa.

Gli agenti del Commissariato di Ivrea, sulla strada statale 565, appena hanno individuato l’autovettura, si sono posti al suo inseguimento. L’auto si stava dirigendo a folle velocità in direzione Castellamonte. I poliziotti, con i dispositivi di emergenza azionati e le vane richieste di alt, hanno continuato a tallonare il veicolo che non esitava ad arrestare la sua corsa.
Alla rotonda di Colleretto Giacosa, il veicolo si è fermato e tre soggetti hanno abbandonato l’abitacolo, allontanandosi frettolosamente in direzioni opposte tra le boscaglie non illuminate.

Gli agenti hanno  inseguito l’unico soggetto visibile. L’uomo, un cittadino albanese di 26 anni, durante la corsa ha lasciato cadere giubbotto, cellulare e un cacciavite, ma i poliziotti sono riusciti dopo poco a fermarlo nonostante i suoi reiterati tentativi di resistenza.

Nelle tasche del ventiseienne gli agenti della polizia di Stato hanno trovato un orecchino in oro, ma all’interno dell’auto rubata li agenti hanno rinvenuto un carico straordinario: oltre 8 chili di monili in oro e una decina di borse  griffate.

Tutti gli oggetti sono stati debitamente sequestrati compresa una mazzuola rinvenuta all’interno dell’autovettura. Il cittadino albanese, con a carico numerosi pregiudizi penali per reati contro il patrimonio e la persona. Il ladro è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di zona per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/10/2018

Cuorgnè: domenica 21 ottobre “Gran Castagnata” e “Passerella Cinofila” in piazza Martiri

Con l’arrivo dell’Autunno tornano in Canavese le tradizionali “Castagnate”: domenica 21 ottobre sarà la volta di […]

leggi tutto...

Canavese

/

16/10/2018

Trapianto di polmoni a cuore fermo al “Maria Vittoria”. Il donatore è un 40enne canavesano

Primato all’ospedale Maria Vittoria di Torino: l’équipe chirugica diretta dal professor Emilpaolo Manno ha eseguito, oggi, […]

leggi tutto...

Chivasso

/

16/10/2018

Chivasso: dopo quattro anni riapre nel 2019 la sede Inps. Il sindaco Castello: “Stop ai disagi”

Nel 2015, la notizia della chiusura della sede Inps di via Demetrio Cosola a Chivasso, fu […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy