Ivrea: la Guardia di finanza scopre una maxi frode ai danni del fisco. Denunciati tre imprenditori

Ivrea

/

12/05/2016

CONDIVIDI

Il consorzio che ha sede e cantieri edili in Piemonte, Lombardia, Piemonte, Toscana e Puglia, aveva emesso fatture per lavori mai effettuati. Indaga la procura di Ivrea

Il sistema era quello, ormai collaudato, dell’emissione di fatture per operazioni inesistenti. Un sistema che, però, è stato scoperto e smantellato dagli agenti della Guardia di Finanza di Ivrea e che ha portato alla scoperta di una frode milionaria effettuata da un consorzio di imprese del Canavese attiva nel settore degli appalti di opere edili stradali. Il consorzio in questione conta sulla presenza di molteplici sede in tutto il Canavese e con diversi cantieri aperti in Puglia, Lombardia, Toscana, Liguria e Piemonte.

Il consorzio avrebbe soltanto presentato le dichiarazioni fiscali relative al 2012 e non per gli anni successivi. Stando a quanto è stato ricostruito dalla Guardia di Finanza, l’emissione delle fatture per opere mai eseguite avrebbe consentito alla società consortile di abbattete in modo significativo la base imponibile delle imposte dovute e in parte sarebbero state “girate” ad altre imprese che facevano parte del consorzio. In sostanza, utilizzando questo sistema il consorzio non avrebbe dichiarato elementi di reddito per oltre 700 mila euro e Iva pari a 470 mila euro. Nella dichiarazione reddituale avrebbe, invece, indicato costi indeducibili per un ammontare di circa 2 milioni di euro.

Al termine delle articolate indagini compiute dalle Fiamme Gialle, sono stati denunciati alla procura di Ivrea tre rappresentanti legali delle imprese di Ivrea, Torino e Brindisi. Dovranno rispondere dei reati di emissione di fatture per operazioni inesistenti, dichiarazione fraudolenta e omessa dichiarazione. Si è anche ventilata la possibilità di sequestrare i beni per consentire la restituzione le risorse economiche illecitamente sottratte alla collettività.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/08/2019

Chivasso: assessore alle Politiche per la casa o primario in Cardiologia? Moretti sceglie l’ospedale

Martedì 20 agosto il dottor Claudio Moretti ha presentato, al Sindaco Claudio Castello, la sua lettera […]

leggi tutto...

23/08/2019

Costretti a frugare tra gli scarti del mercato. In aumento i nuovi poveri anche in Canavese

Anziani pensionati, esodati, persone rimaste senza lavoro, coppie di precari con figli in tenera età: sono […]

leggi tutto...

23/08/2019

Quassolo: auto esce di strada, sfonda la recinzione e si ribalta in un prato. Feriti due anziani coniugi

La Volkswagen Tiguan ha improvvisamente sbandato è uscita fuori strada e, dopo aver percorso un tratto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy