Ivrea, infiltrazioni d’acqua nel locale tecnico e si staccano due pannelli dal soffitto dell’ospedale

Ivrea

/

12/04/2019

CONDIVIDI

Duro il commento del sindacato delle professioni infermieristiche NurSind: "Le forze politiche siano responsabili e si pensi concretamente alla realizzazione di un nuovo presidio sanitario del Canavese"

Le infiltrazioni d’acqua causano il distacco di due pannelli della controsoffittatura nella sala di emodinamica e l’episodio ripropone l’annoso problema della sicurezza strutturale dell’ospedale di Ivrea. E’ accaduto lo scorso mercoledì intorno alle 18,00 mentre sulla città infuriava un violento temporale. Nessuno, per fortuna si è fatto male. Nella mattinata di giovedì 11 aprile sono stati effettuati i lavori di ricollocazione dei pannelli, precisano all’Asl T04, ed è stato eretto un muretto di barriera protettivo dell’accesso al locale tecnico, lo stesso dove si sono verificate le infiltrazioni d’acqua, per prevenite che accadano episodi come questo.

“L’attività di emodinamica è stata sospesa dalle 19.30 di mercoledì alle 15 di ieri giovedì. Alle 15,00 di ieri l’attività è ripresa normalmente” precisa l’azienda sanitaria.

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindacato delle professioni infermieristiche NurSind per bocca del segretario territoriale: “La politica passi dalla parole ai fatti in questi mesi abbiamo assistito a diversi e numerosi interventi sulle condizioni strutturali dell’ospedale di Ivrea. Come già ricordato in passato, il vecchio nosocomio eporediese, costa circa 3 milioni di euro all’anno di manutenzione. Quanto accaduto nel sevizio di emodinamica è l’ennesima dimostrazione che la struttura è ormai troppo datata per affidarsi ad interventi manutentivi che non rappresentano altro che inutili rattoppi”.

L’organizzazione sindacale richiama al senso di responsabilità tutte le forze politiche, affinché si parli concretamente e seriamente di un nuovo ospedale per i cittadini eporediesi e canavesani. “Il NurSind propone un referendum consultivo, che potrebbe avere luogo, proprio in concomitanza delle prossime elezioni regionali conclude Giuseppe Di Summa -. Siamo pronti alla mobilitazione di tutti i cittadini, operatori sanitari, associazioni e di tutte le istituzioni, qualora la nostra richiesta non dovesse essere presa in considerazione”.

Leggi anche

12/11/2019

Rivarolo: auto si scontra con un cinghiale sulla ex 460. Feriti due giovani di Feletto e Favria

L’impatto tra il cinghiale che stava attraversando la strada e la Fiat Grande Punto è stato […]

leggi tutto...

12/11/2019

Tangenziale Nord: “beccati” a viaggiare sulla corsia di emergenza. 10 patenti sospese

Lotta dura contro i “furbetti” della corsia d’emergenza, ossia nei confronti di coloro che per evitare […]

leggi tutto...

12/11/2019

Ciriè: studente aggredito da 5 giovani al bar. Aveva inviato un messaggio whatsapp a una ragazza

Ad evitare che la spedizione punitiva di trasformasse in un dramma è stato il fortuito passaggio […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy