Ivrea, i dipendenti Cic manifestano davanti al Comune. In forse è il futuro di 80 persone

Ivrea

/

09/11/2018

CONDIVIDI

I clienti non hanno rinnovato le commesse. L'assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero: "Convocheremo al più presto una nuova riunione del tavolo regionale"

Nella mattinata di oggi, venerdì 9 novembre hanno manifestato davanti a Palazzo di Città a Ivrea rivendicando il loro diritto al lavoro: sono gli 80 dipendenti del Consorzio per l’informatizzazione del Canavese, acquisita dalla società torinese Csp, che ha sede a Banchette. Entro il prossimo 31 dicembre se non interverranno positive novità, la società rischia il fallimento perchè i clienti istituzionali, come il Comune di Ivrea, l’Asl T04, tanto per fare due esempi, non hanno rinnovato le commesse. Questa mattina una delegazione di lavoratori ha incontrato il sindaco di Ivrea Stefano Sertoli.

Su questa delicata vicenda, interviene l’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero: “La Regione Piemonte continua a seguire con grande attenzione la vicenda Cic-Csp di Ivrea, consapevoli della delicatezza della situazione. Nel mese di luglio abbiamo avuto un primo incontro con le organizzazioni sindacali, in cui sono emerse preoccupazioni per la fine delle commesse pubbliche”.

La situazione è inoltre aggravata dal procedimento penale in corso che ha, in qualche misura, limitato l’operatività di Csp non favorendo la stabilizzazione delle attività di Cic. Va ricordato che il perimetro delle attività della società riguarda in parte soggetti pubblici, in parte soggetti privati.

“La Regione Piemonte sta chiedendo agli enti che avevano commesse con Cic (aziende sanitarie, ad esempio, ed enti locali) di fare ricorso alla clausola sociale – conclude l’assessore Pentenero -. Nel momento in cui dovranno riappaltare i servizi. Nei prossimi giorni convocheremo una nuova riunione del tavolo regionale”.

Dov'è successo?

Leggi anche

03/06/2020

Chiaverano: lago Sirio preso d’assalto da una folla senza mascherina e senza osservare il distanziamento

Le raccomandazioni alla prudenza sono diventate un optional inutile a Chiaverano dove la “piatta” del pontile […]

leggi tutto...

03/06/2020

Il turismo è in ginocchio: la Regione Piemonte stanzia 40 milioni di euro per il rilancio del comparto

Un articolato programma di misure dal valore complessivo di 40 milioni di euro: è “Riparti Turismo” […]

leggi tutto...

03/06/2020

Canavese e Piemonte: da oggi aperte le spiagge lacustri e fluviali. 58 hanno il bollino di eccellenza

La Regione ha anticipato a oggi, mercoledì 3 giugno, la riapertura delle spiagge lacustri e fluviali […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy