Ivrea, detenuto minaccia di suicidarsi in carcere con un lenzuolo e si arrende dopo quattro ore

Ivrea

/

05/10/2017

CONDIVIDI

L'uomo, 50 anni, ha inscenato la protesta per un presunto ritardo nei prelievi di sangue

Un detenuto ha minacciato di impiccarsi con un lenzuolo appeso alle grate di passaggio della guardianìa percorsa dagli agenti di polizia penitenziaria, ma dopo quasi quattro ore di trattative con gli agenti si è arreso e ha deciso di desistere dal suo proposito.

E’ accaduto nella mattinata di giovedì 5 ottobre intorno alle 11,00: l’uomo ha minacciato il suicidio per protestare contro il ritardo con il quale i medici della casa circondariale gli hanno effettuato il prelievo di sangue.

Il detenuto di 50 anni deve scontare trent’anni di carcere. Quando è scattato l’allarme gli agenti della polizia penitenziaria hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Ivrea. Dopo una lunga ed estenuante opera di persuasione, l’uomo ha rinunciato a mettere in atto l’insano gesto.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/10/2018

Cuorgnè: domenica 21 ottobre “Gran Castagnata” e “Passerella Cinofila” in piazza Martiri

Con l’arrivo dell’Autunno tornano in Canavese le tradizionali “Castagnate”: domenica 21 ottobre sarà la volta di […]

leggi tutto...

Canavese

/

16/10/2018

Trapianto di polmoni a cuore fermo al “Maria Vittoria”. Il donatore è un 40enne canavesano

Primato all’ospedale Maria Vittoria di Torino: l’équipe chirugica diretta dal professor Emilpaolo Manno ha eseguito, oggi, […]

leggi tutto...

Chivasso

/

16/10/2018

Chivasso: dopo quattro anni riapre nel 2019 la sede Inps. Il sindaco Castello: “Stop ai disagi”

Nel 2015, la notizia della chiusura della sede Inps di via Demetrio Cosola a Chivasso, fu […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy