Ivrea, detenuto minaccia di suicidarsi in carcere con un lenzuolo e si arrende dopo quattro ore

Ivrea

/

05/10/2017

CONDIVIDI

L'uomo, 50 anni, ha inscenato la protesta per un presunto ritardo nei prelievi di sangue

Un detenuto ha minacciato di impiccarsi con un lenzuolo appeso alle grate di passaggio della guardianìa percorsa dagli agenti di polizia penitenziaria, ma dopo quasi quattro ore di trattative con gli agenti si è arreso e ha deciso di desistere dal suo proposito.

E’ accaduto nella mattinata di giovedì 5 ottobre intorno alle 11,00: l’uomo ha minacciato il suicidio per protestare contro il ritardo con il quale i medici della casa circondariale gli hanno effettuato il prelievo di sangue.

Il detenuto di 50 anni deve scontare trent’anni di carcere. Quando è scattato l’allarme gli agenti della polizia penitenziaria hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Ivrea. Dopo una lunga ed estenuante opera di persuasione, l’uomo ha rinunciato a mettere in atto l’insano gesto.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/06/2020

Previsioni meteo: in Piemonte è allerta gialla per il maltempo. Possibili temporali e grandinate

Continua l’instabilità climatica che caratterizza questo fine settimana grazie alla vasta depressione di origine scandinava ed […]

leggi tutto...

06/06/2020

Quincinetto: cani da caccia bloccati in montagna. Salvati dai coraggiosi tecnici del Soccorso Alpino

Hanno fatto ricorso a tutta la loro esperienza e professionalità per salvare tre cani da caccia […]

leggi tutto...

06/06/2020

Coronavirus in Piemonte: 38 nuovi contagi e un decesso nelle ultime 24 ore. Oltre 20mila i guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, sabato 6 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy