Ivrea, da settembre ritorna la festa de L’Unità del Canavese e Chivassese

Ivrea

/

22/08/2015

CONDIVIDI

Interverrà anche il vice segretario nazionale Debora Serracchiani. Basterà la sua presenza a ricucire in parte lo strappo interno al Pd eporediese?

In concomitanza con il ritorno in edicola del quotidiano L’unità, il Pd territoriale ha nuovamente istituito la Festa de l’Unità del Canavese e del Chivassese. Questa 70a edizione della manifestazione, che avrà luogo dal 3 al 13 settembre in piazza Rondolino, cade in un momento in cui, anche nel Partito democratico eporediese, si stanno vivendo momenti di tensioni interne che rischiano di lacerare, esattamente come è avvenuto in campo nazionale, l’unità interna del partito. Con una differenza: che a Ivrea non sono i cuperliani, i civatiani e i bersaniani a rappresentare il dissenso interno, ma sono i seguaci di Renzi, che nei giorni scorsi hanno agitato lo spettro del commissariamento del partito.

Giorni più che difficili per il sindaco Carlo Della Pepa, costretto a fare i conti con una montagna di grane, una più grande dell’altra. Il Pd eporediese si sta avviando verso la strada della resa dei conti e la celebrazione della Festa de l’Unità, mette in evidenza tutte le contraddizioni che sta attualmente vivendo. Gli organizzatori, in ogni modo non nutrono dubbi: si festeggia anche per tentare di ritrovare, proprio quando il clima non è dei più sereni, una compattezza univoca sulle cose da fare e sulla veduta globale su come la città deve essere amministrata.

Sono lontami i tempi in cui la Festa de l’’Unità si consumava tra una costina e l’altra, innaffiata da buon vino canavesano e il partito costituiva una presenza unica e consolidata. La presenza del vicepresidente del Pd nazionale Debora Serracchiani, servirà a ricucire, almeno in parte, lo “strappo” che divide il Partito democratico? Ossia di un’entità politica, frutto di trasformazioni non sempre accettate all’unanimità che vorrebbe conservare e valorizzare la sua recente vocazione pluralista?

Questo il programma:

Giovedì 3 Settembre

Ore 18.00: Apertura della Festa dell’Unità

Ore 20.30: Saluto del Segretario Fabrizio Morri (Segretario PD della Città Metropolitana di Torino)

Ore 21.00: Maurizio Torchio presenta il romando edito da Einaudi dal titolo “Cattivi” (Einaudi). Parleranno con l’autore: Anna Rossomando (Deputata Pd, Commissione Parlamentare Giustizia), Armando Michelizza (Garante Libertà dei Detenuti della Città di Ivrea), e Perla Allegri (Osservatrice Antigone Piemonte).

Venerdì 4 Settembre

Ore 18.30: Alberto Probo, ex assessore per due mandate del Comune di Caluso, presenta il suo romanzo d’esordio “Il Vento Addosso” (Robin).

Ore 21.00: “L’uropa e il Canaale di Sicilia: Oltre l’emergenza”. Al dibattito parteciparanno Khalid Chaouki (Depudato Pd, Commissione Esteri e membro dell’Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo), Ilda Curti (Assessore alle Politiche Multiculturali Comune di Torino) e Abdullahi Ahmed (profugo che ha ottenuto la cittadinanza onoraria a Settimo Torinese).

Sabato 5 Settembre

Ore 18.30: Gian Piero Piretto, docente di cultura russa all’uUnivesità di Milano, presenta la sua ultima fatica letteraria intitolata “La vita privata degli oggetti sovietici. 25 storie da un altro mondo”, edito dalla casa editrice Sironi.

Ore 22.00: Il poeta girovago dell’amore dà vita a uno spettacolo intitolato “Guido Catalano Show: The Best Of Reading”.

Domenica 6 Settembre

Ore 18.30: “Addio, Living Theatre!” iniziativa il ricordo di Judit Malina, la leggenendaria ttrice e regista che aveva fondato il Living Theatre, scomparsa di recente. In programma la poiezione di rari estrti cinematrografici. Sono previsti interventi di: Sergio Ariotti (Giornalista e Direttore del Festival delle Colline di Torino), Francesco Bernardelli (Esperto di Arti Visive), Laura Curino (Attrice e nuovo Direttore Artistico del Teatro Giacosa di Ivrea) Sergio Toffetti (Direttore Archivio Nazionale del Cinema d’Impresa) e Alfrdo Tradardi (già Assessore alla Cultura della Città di Ivrea).

Ore 21.00: MELANIA GIGLIO interpreta “Terra di Confine”. Scritto e diretto da Daniele Salvo su testi tratti da “Contro il Fanatismo” e “Viaggio in terra di Israele e Palestina” di Amos Oz. Uno spettacolo di impegno sociale molto forte, una serata di recitazione pura, contrappuntata da un suggestivo viaggio visivo nelle terre di Israele e Palestina.

Lunedì 7 Settembre

Ore 18.30: “Il Servizio Civile che vogliamo”. Il Servizio Civile Nazionale, ad oggi unicamente su base volontaria, ha rivelato in questi anni di poter rappresentare una valida opportunità educativa e lavorativa per i giovani dai 18 ai 28 anni. E’ vero? Ne parleranno Luigi Bobba (Deputato Pd, Sottosegretario con delega al S.C.N.), Augusto Ferrari, (Assessore alle Politiche Sociali Regione Piemonte), Francesco Bonomo (Deputata Pd, Delegata Nazionale Pd per il Servizio Civile), Umberto Forno (Presidente Tavolo Enti Servizio Civile Piemonte), Gabriella Colosso (Responsabile per il Servizio Civile Confcooperative Torino), e Maria Elena Seidenari (Rappresentante Delegazione Piemonte dei Volontari di S.C.N.).

Ore 21.00: Giorgio Merlo intratterà il pubblico sul tema “Renzi e la classe dirigente” un tema sviluppato nell’omonimo libro. Edito dalla casa editrice Rubbettino. Chi “seleziona” e soprattutto chi “forma” la futura classe dirigente? Parleranno con l’autore: Rodolfo Buat (da oltre 25 anni si occupa di formazione manageriale e di risorse umane, temi sui quali ha scritto diversi articoli e libri), Augusto Vino (Autore di diversi saggi sul tema dell’innovazione della pubblica amministrazione, dal 2011 è Assessore all’Istruzione della Città di Ivrea). Giorgio Merlo: Amministratore locale e provinciale di area cattolica. Dal 1996 è Parlamentare per 4 legislature consecutive. E’ autore di molti libri di carattere politico e culturale.

Martedì 8 Settembre

Ore 18.30: Il Generale degli Alpini Franco Cravarezza illustra il suo romanzo dal titolo “Il Battaglione alpino del Piemonte. 1943-1945: la Guerra di Liberazione”. Interverranno Gianni Oliva (già Assessore alla Cultura della Regione Piemonte dal 2005 al 2010, in qualità di storico e saggista ha pubblicato oltre venti libri) e Guido Novaria (Giornalista de La Stampa).

Ore 21.00: il giornalista Massimo Fini presenta la sua autobiografia “Una vita. Un libro per tutti. O per nessuno”. Una delle penne più ribelli del giornalismo italiano: acerrimo nemico del pensiero unico, favorevole al comunitarismo, al primitivismo, al paganesimo, all’antimodernismo e alla decrescitaParlerà con lui: Walter Mariotti (già vicedirettore di Panorama, è stato responsabile della divisione periodici del Sole24Ore dove ha ideato il mensile “IL”.

Mercoledì 9 Settembre

Ore 18,30: Ruben e Zagor Camillas: nel 2015, con il loro rock agreste, i loro strumenti giocattolo, le loro barbe e i loro calembour dislessici hanno letteralmente conquistato prima la giuria e poi il pubblico di Italia’s Got Talent. La coppia presenta lo spettacolo dal titolo “La rivolta dello zuccherificio”.

Ore 21.00: “I Camillas in concerto”. Durante la serata il ristorante si avvarrà della collaborazione di Ocio, Fast Food indigeno.

Giovedì 10 Settembre

Ore 18.00: “La Serra di Mezzo”. Ivrea, Biella, Vercelli: tre territori diversi, un solo collegio elettorale? Ne parleranno Carlo Della Pepa (Sindaco di Ivrea), Marco Cavicchioli (Sindaco di Biella), Maura Forte (Sindaco di Vercelli), Alberto Avetta (Vicesindaco Città Metropolitana di Torino e Sindaco di Cossano C.se), Paolo Furia (Segretario Provinciale Pd Biella) e Andrea Pacella (Segreteria Provinciale Pd Vercelli). Modera Maurizio Perinetti (Coordinatore Pd del Canavese e Chivassese)

Ore 21.00: “Iosonouncane” in concerto. Protagonista Jacopo Incani, classe 1983.

Venerdì 11 Settembre

Ore 18.00: Debora Serracchiani (Vicesegretario Nazionale Pd e Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia) risponde alle domande di Paolo Griseri (Inviato di La Repubblica).

Ore 22.00: “Espresso Atlantico in concerto”. Concerto del pianista, compositore e cantante Andrea Gattico, la violinista Mayumi Suzuki, il contrabbassista Marco Piccirillo e il percussionista Vito Miccolis. Una piccola orchestra da viaggio a bordo di un piroscafo di altri tempi.

A seguire il Party Anni ’80 con il DJ Polla.

Sabato 12 Settembre

Ore 18.30: Lorenzo Licalzi presenta il suo libro dal titolo “L’ultima settimana di settembre” edito da Rizzoli. Dopo anni di silenzio ritorna una delle penne più intelligenti del Paese, famoso per non presentare mai i suoi libri. Ne parlerà con Gianmario Pilo (Libraio, La Galleria del Libro) e Davide Gamba (Libraio, La Libreria Cossavella).

Ore 22.00: La Paranza del Geco presenta: “Tranta Caoda”: il Sud Italia incontra l’Occitania. La Paranza del Geco, fondata nel 1999 da Simone Campa, è oggi senza dubbio la Compagnia Artistica e Musicale più importante del Nord Italia per quanto riguarda la rappresentazione delle tradizioni popolari dell’Italia del Sud.

Segue “Tarantismo Tropical” con il Dj Marco Foresta.

Domenica 13 Settembre

Ore 18.00: Sergio Chiamparino (Presidente della Regione Piemonte) risponde alle domande di Claudio Cuccurullo

(Caporedattore de La Sentinella del Canavese)

Ore 20.00: CENA IN ROSSO DI CHIUSURA DELLA FESTA.

Leggi anche

Masino

/

23/10/2017

Ivrea, le arance divengono fertilizzante per piante e giardini e il Carnevale diventa eco-sostenibile

Il fine settimana appena concluso ha visto il debutto ufficiale del compost nato dal recupero delle arance e dei […]

leggi tutto...

Mazzé

/

23/10/2017

Da Mazzè e Romano a Piverone, una grande folla ha partecipato alla “Caccia al tesoro del Canavese”

Domenica 22 ottobre il Canavese si è trasformato in un campo da gioco per una piacevolissima giornata di […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

23/10/2017

Rivarolo Canavese, donna di 59 anni trovata esanime sotto il ponte dell’Orco. E’ grave al Cto di Torino

E’ stata ricoverata al Cto di Torino la donna di 59 anni che è stata trovata […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy