Ivrea, condannato a 4 anni e sei mesi il panettiere che travolse un’auto e uccise il conducente

Ivrea

/

08/02/2017

CONDIVIDI

Il panettiere stava guidando in stato d'ubriachezza. Dopo aver provocato l'incidente mortale era fuggito

Condannato dal giudice a quattro anni e sei mesi di reclusione per aver procurato, in un incidente stradale, la morte di Oscar Clerico, mentre la figlia che allora aveva quattro anni ha riportato danni fisici permanenti. La moglie della vittima e mamma della bimba uscì dallo scontro miracolosamente illesa.

Sono trascorsi cinque anni dal momento in cui avvenne quel tragico e orribile incidente causato dal fuoristrada guidato da Manuel Patti, 35 anni, panettiere a Benna, un paese in provincia di Biella, che aveva travolto una Fiat Panda sulla quale viaggiava un’intera famiglia residente a Borgofranco d’Ivrea. Oscar Clerico, che si trovava alla guida dell’utilitaria, aveva 43 anni.

La bambina ha dovuto affrontare una lunga degenza in ospedale e anni di riabilitazione. Il giudice monocratico del tribunale di Ivrea Marianna Tiseo ha condannato Manuel Patti a tre anni e sei mesi di reclusione per l’omicidio colposo aggravato e a un anno per omissione di soccorso.

Dopo aver provocato il terribile incidente Manuel Patti era fuggito. I carabinieri lo hanno fermato quando, alcune ore dopo dopo il tragico schianto, il panettiere era tornato sul luogo dell’incidente mortale. I carabinieri scoprirono che era ubriaco. Ma il reato della guida in stato d’ebbrezza è caduto in prescrizione.

L’incidente stradale ebbe luogo alla periferia di Montalto Dora, lungo la strada statale 26. L’imputato, ancor prima del processo aveva risarcito la famiglia con un milione di euro. I legali del panettiere attendono che siano depositate le motivazioni della sentenza per ricorrere in Appello.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy