Ivrea, la Comdata annuncia duecento esuberi. I dipendenti scioperano davanti a Palazzo Uffici

Ivrea

/

17/12/2018

CONDIVIDI

Mobilitate anche le forze politiche cittadine. L'azienda chiede l'applicazione dei contratti di solidarietà per un anno. L'assessore regionale Gianna Pentenero: "Pronti a convocare un tavolo di confronto per salvaguardare i posti di lavoro"

Duecento dipendenti in esubero nella sede di Ivrea. Sono quelli dichiarati da Comdata in relazione alle commesse di Tim, Eolo ed Enjoy. L’azienda ha annunciato ai sindacati l’intenzione di applicare i contratti di solidarietà per un anno e ha prefigurato la possibilità di una ricollocazione per i dipendenti in esubero. L’incontro tra i vertici dell’azienda di servizi e i funzionari di Cgil, Cisl e Uil ha avuto luogo quest’oggi, lunedì 17 dicembre, nella sede di Confindustria Torino. Sempre nella giornata odierna, a Ivrea, i dipendenti Comdata hanno scioperato per due ore davanti a Palazzo Uffici che ospita i call center.

Cgil, Cisl e Uil non hanno nessun dubbio in merito alla vicenda: la proposta elaborata e presentata dall’azienda non è applicabile perché si perdono commesse senza che ne vengano acquisite di nuove. I sindacati non nascondono la loro preoccupazione e invitano tutti i dipendenti a costituire un fronte comune. La ragione? Perchè oggi gli esuberi annunciato sono 200 e in futuro potrebbero essere molti di più.

All’assemblea che si è svolta durante la manifestazione di protesta hanno presenziato l’assessore comunale Giuliano Balzola, il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Massimo Fresc, l’onorevole Alessandro Giglio Vigna, la senatrice Virginia Tiraboschi e Alberto Avetta, consigliere metropolitano e vicepresidente dell’Anci Piemonte. I sindacati hanno chiesto un incontro urgente con il sindaco di Ivrea Stefano Sertoli mentre martedì 8 gennaio 2019 è previsto un altro incontro tra azienda e sindacati di categoria.

“Le notizie che arrivano su Comdata da Ivrea, dove stamane si è svolto l’incontro tra azienda e sindacati, e che hanno portato nel pomeriggio alla mobilitazione dei lavoratori, sono fonte di grande preoccupazione – dichiara l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero -. Stiamo seguendo la situazione con estrema attenzione e siamo pronti a convocare un tavolo regionale per approfondire tutti gli aspetti della questione e mettere in campo ogni possibile azione a salvaguardia dei posti di lavoro – conclude -. Essendo un’azienda con sedi in più regioni, naturalmente solleciteremo anche un intervento del ministero”. (Immagine di repertorio)

 

 

Leggi anche

11/11/2019

Volpiano: una sala dedicata al dottor Enrico Furlini, ex medico e presidente del Consiglio comunale

Domenica 17 novembre alle 10 la sala sotto i portici del Municipio di Volpiano (piazza Vittorio […]

leggi tutto...

11/11/2019

Ivrea, in cento chiedono al sindaco che sia conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre

Una petizione corredata da oltre un centinaio di firme: è quella che è stata inoltrata al […]

leggi tutto...

11/11/2019

Favria commemora i caduti in guerra. E la “penna nera” Giorgio Cortese esalta i Valori Alpini

Anche il Gruppo Alpini di Favria ha partecipato alla commemorazione del 4 novembre, Festa delle Forze […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy