Ivrea: basta con i parcheggiatori abusivi in piazza Rondolino. La protesta di Forza Nuova

Ivrea

/

18/07/2016

CONDIVIDI

Esposto in piazza Rondolino uno striscione che recita: "“Basta accattonaggi, basta estorsioni”. Presto una raccolta di firme

E’ un fenomeno ormai diventato endemico. A tal punto che la presenza dei parcheggiatori abusivi, che di norma sono di origine extracomunitaria, è diventata un vero problema per gli automobilisti che sempre più spesso sono costretti ad elargire mance ai parcheggiatori abusivi. Piazza Rondolino a Ivrea che ospita un grande parcheggio, è una di quelle che sono maggiormente frequentate dai parcheggiatori abusivi. Il fenomeno è così difficile da sradicare nonostante l’impegno delle forze dell’ordine e ha originato un tale livello di fastidio che, nella notte tra venerdì e sabato scorso Forza Nuova Canavese, ha esposto uno striscione che recita testualmente: “Basta accattonaggi, basta estorsioni”.

Spiegano i promotori di questa iniziativa di protesta: “In questo piazzale/parcheggio, infatti, ogni giorno sono presenti parcheggiatori abusivi, raggiungendo numeri esagerati (ne abbiamo contati una trentina) durante i sabati. Il comportamento di tali personaggi é, a nostro parere, assolutamente inammissibile, essendo l’accattonaggio di per sé un reato, ed avendo un comportamento estorsivo nei confronti dei cittadini. Sono state numerose le segnalazioni e le testimonianze che abbiamo ricevuto a tal proposito, da parte di cittadini, per lo più donne, che lamentano un comportamento invadente e ricattatore da parte dei parcheggiatori abusivi, rendendosi persino protagonisti di danneggiamenti a diverse auto posteggiate, per vendicarsi verso i proprietari, colpevoli di non aver lasciato una moneta”.

Per mettere fine a questa situazione che spesso costringe gli automobilisti a pagare il parcheggio e i parcheggiatori abusivi, Forza Nuova non solo chiede che queste persone vengano allontanate e che la sicurezza e la libertà di poter posteggiare non vengano messe in pericolo e preannuncia una raccolta di firme per mettere fine a questa situazione.

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy