Ivrea: badante colombiano aggredisce, picchia una pensionata e la rapina. Arrestato dai carabinieri

Ivrea

/

01/07/2019

CONDIVIDI

La vicenda ha avuto luogo a marzo in provincia di Milano. Le manette sono scattate quando l'uomo è tornato dalla Colombia

Aveva seguito l’anziana donna in ogni suo spostamento e quando la pensionata aveva effettuato un consistente prelievo di denaro in banca, aveva atteso che uscisse e dopo averla colpita con alcuni violenti pugno le aveva strappato la borsetta contenente 21 mila euro in contanti ed era fuggito a gambe levate, facendo perdere le sue tracce. Il colombiano, 38 anni, badante di professione, nel compiere la rapina, aveva agito a volto scoperto.

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno atteso che rientrasse dalla Colombia e lo hanno arrestato in esecuzione a un ordine di custodia cautelare emesso dal tribunale di Milano. La rapina era stata commessa lo scorso 12 marzo a Trucazzano in provincia di Milano. Seppure sotto shock l’anziana rapinata aveva riconosciuto l’aggressore, da tempo residente a Ivrea, tra le fotografie che i carabinieri di Melzo le avevano mostrato.

Dopo aver effettuato “il colpo” il colombiano era fuggito in Colombia. Nei giorni scorsi, quando è sbarcato all’aeroporto, le autorità dello scalo hanno avvisato i carabinieri che, l’altra mattina hanno bussato alla porta dell’appartamento in cui il badante rapinatore viveva a Ivrea e lo hanno tratto in arresto.

Leggi anche

17/08/2019

Vestignè: esce dal cortile va in strada e viene travolto da un’auto. Bimbo di 5 anni grave in ospedale

Travolto da una Fiat Punto mentre si trovava sulla strada: un bambino di cinque anni di […]

leggi tutto...

17/08/2019

La vergogna del “Ponte Preti”: dopo tante promesse di interventi tutto è come prima

E’ trascorso un anno da quando il senatore castellamontese Eugenio Bozzello indisse una raccolta di firme […]

leggi tutto...

17/08/2019

Scatta l’allarme al canile di Caluso per sedici cani ammalati di leptospirosi. Due sono deceduti

Tra i 32 cani provenienti da un’azienda agricola della Val di Chy, alcuni erano affetti da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy