Ivrea: acquistavano merce con banconote da 20 e 50 euro false. La polizia denuncia tre uomini

05/04/2018

CONDIVIDI

A chiamare il 113 sono stati i titolari di una tabaccheria di via Torino a Ivrea. I falsari sono stati fermati ad un posto di blocco

Le banconote sembravano perfette e i titolari di una tabaccheria di via Torino a Ivrea le hanno incassate senza nutrire alcun sospetto: è soltanto quando il cliente è uscito dal locale e si è allontanato in auto con altri due complici che i coniugi si sono resi conto che quella banconota da 20 euro era falsa: perfetta nei particolari, ma irrimediabilmente falsa. Ai titolari della tabaccheria non è rimasto altro da fare che avvisare il 113.

Gli agenti del commissariato di Ivrea hanno subito avviato le indagini e, dopo una breve e articolata indagine hanno denunciato tra uomini, tutti italiani, di 32, 20 e 60 anni con l’accusa di spaccio di banconote false. I tre uomini sono stati intercettati e fermarti dagli agenti della polizia in un posto di blocco istituito nei pressi di Strambino.

Dopo accurate perquisizioni personali e domiciliari sono state rinveniute decine di banconte false da 20 e 50 eeuro, i tagli più facilmente smerciabili.

Nell’auto dove i tra falsari viaggiavano gli agenti di polizia hanno ritrovato una notevoolequantitò di merce acquistata con banconote false.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

23/04/2018

Ex 460: iniziati i lavori tra Leinì e Lombardore per il cedimento della strada. Disagi per gli automobilisti

Sono iniziati oggi, lunedì 23 aprile, i lavori in somma urgenza per il ripristino della circolazione […]

leggi tutto...

23/04/2018

Scuola: successo a Favria per la mostra scolastica “Scopriamo e proteggiamo il nostro territorio”

“Scopriamo e proteggiamo il nostro territorio” è il titolo della mostra proposta dall’Istituto comprensivo di Favria […]

leggi tutto...

23/04/2018

Torrazza: 20enne confessa di essere omosessuale e il padre lo picchia. La condanna dell’Arcigay

Picchiato perchè aveva fatto coming out e aveva confessato di esere gay: questa volta il grave […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy