Ivrea: 15mila persone al Giovedì Grasso. In 45 soccorsi dalla Croce Rossa. Ubriachi anche i minori

10/02/2018

CONDIVIDI

Gran folla per le strade del centro storico cittadino. Le forze dell'ordine hanno dovuto sedare qualche rissa. Gran lavoro anche per il personale sanitario

Quindicimila persone: sono coloro che hanno preso parte alla festa del giovedì grasso che precede la celeberrima battaglia delle arance che ha luogo a Ivrea da domeni 11 a martedì 13 febbraio. Il personale sanitario del 118 ha effettuato 45 interventi nei punti allestiti dalla Croce Rossa a causa dell’abuso di bevande alcoliche. Quel che più preoccupa che nella maggior parte dei casi (almeno 40) a ricorrere alle cure dei medici sono stati minorenni.

Sei di essi sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea. Il Giovedì Grasso eporediese è stata anche caratterizzato da alcune risse, prontamente sedtae dall’intervento delle forze dell’ordine. Questa sera, sabato 10 febbraio alle ore 21,00, Violetta, la Vezzosa Mugnania, la cui identità è ancora tenura gelosamente segreta, si affaccerà dal balcone del Palazzo di Città per rivere il tributo della popolazione festante.

Nella mattinata di domenica 11 febbraio sono attese 20 mila persone, il massimo consentito dal piano di sicurezza redatto in base alle ferree disposizioni della circolare Gabrielli e relativa al post Piazza San Carlo.

La leggenda racconta che Violetta, l’eroina del Carnevale di Ivrea, figlia di un mugnaio di Ivrea uccise in un atto di ribellione e di estremo coraggio, il tiranno che costringeva le giovani spose allo ius prime noctis. Violetta era l’ultima sposa dell’anno: la notte dell’incontro, dopo averlo sedotto, tagliò la testa al tiranno, dando inizio alla rivolta popolare. Una rivolta che oggi è simboleggiata dalla Battaglia delle Arance.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/02/2018

Chivasso/Settimo: la crisi Trony spaventa i dipendenti dei punti vendita. A rischio 60 posti di lavoro

Lo spettro della chiusura non fa dormire di notte i dipendenti di alcuni punti vendita della […]

leggi tutto...

23/02/2018

Cuorgnè: 1.500 pazienti rimangono senza medico di famiglia. Un sostituto tampona l’emergenza

Una soluzione provvisoria destinata a tamponare l’emergenza che si è venuta a creare a Cuorgnè dove […]

leggi tutto...

23/02/2018

Rivarolo Canavese: torna la rassegna Unavoltalmese (quasi). Va in scena il teatro di narrazione

Torna Una voltalmese (quasi), un appuntamento fisso, il rendez-vous teatrale mensile proposto da Faber Teater per […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy