Incredibile: ricompare a Ciriè il geometra svanito nel nulla con 700mila euro

San Carlo Canavese

/

20/03/2016

CONDIVIDI

Dopo tre mesi l'uomo si è costituito ai carabinieri di Ciriè. Adesso dovrà spiegare che fine hanno fatto i soldi che gli erano stati affidati dai clienti

E’ ricomparso. All’improvviso, quando nessuno se lo aspettava più e, sopratutto, quando in molti lo immaginavano a godersi i soldi in qualche località caraibica gli oltre 700 mila euro che avrebbe sottratto ai clienti che speravano nei promessi investimenti fruttuosi.

Bruno Schiesaro, il geometra di San Carlo Canavese, svanito nel nulla lo scorso 16 dicembre, si è presentato questa mattina in questura a Torino, accompagnato dai carabinieri della tenenza di Ciriè i quali, da tre mesi, indagavano sulla sua scomparsa. L’uomo due settimane dopo, aveva telefonato ad alcuni amici, confermando di trovarsi all’estero. Il geometra, titolare di uno studio professionale a San Francesco al Campo, è indagato per truffa, appropriazione indebita e falso nei confronti di alcuni clienti del professionista, al quale avevano affidato forti somme di denaro per investimenti che l’uomo aveva dichiarato sicuri.

Ai militari ha confessato di essere spostato in continuazione tra Torino e la Liguria. Al momento della sua improvvisa scomparsa la procura di Ivrea aveva aperto un fascicolo a carico d’ignoti per sequestro di persona. Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Giuseppe Drammis.

L’ultimo a vedere il geometra era stata la sua segretaria. Poche re dopo la sua improvvisa e allora inspiegabile scomparsa la moglie aveva presentato denuncia ai carabinieri. L’interrogatorio dovrebbe chiarire molti punti oscuri di questa ancora enigmatica vicenda.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/06/2018

Balangero: furgone finisce sui binari della Torino-Ceres a causa di un incidente. Traffico in tilt

Ancora una giornata di passione per i passeggeri che urilizzano la tratta ferroviaria Torino-Ceres gestita dal […]

leggi tutto...

21/06/2018

Mappano: facevano i “kebabbari” con l’energia elettrica rubata. In manette due ambulanti egiziani

Preparavano e vendevano kebab utilizzando energia elettrica rubata: in manette con l’accusa di furto aggravato sono […]

leggi tutto...

21/06/2018

Rivarolo: in scena “Radici Violate. Ricomincio da me”, dialogo musicale sul dramma del carcere

Venerdì 22 giugno ore 21.30 cortile del Castello Malgrà lo scrittore Giuseppe Catalano e il Liceo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy