Inaspettata tragedia a Vauda Canavese: un uomo di cinquant’anni s’impicca nella mansarda di casa

Vauda di Grosso

/

16/02/2017

CONDIVIDI

L'uomo non ha lasciato nessuna lettera nella quale spiegava le ragioni dell'insano gesto

Ha appeso il cappio a una trave della mansarda della casa nella quale abitava e si è tolto la vita senza lasciare un biglietto nel quale spiegava le ragioni di quel gesto estremo e macabro. La tragedia ha avuto luogo in una villetta situata a Palazzo Grosso, una frazione di Vauda Canavese. A togliersi la vita, nel pomeriggio di mercoledì 15 febbraio, è stato un uomo di 50anni, D. M., sposato e padre di due figli.

Inutile l’intervento del personale sanitario del 118: i medici non hanno potuto fare altro che costatare il decesso dell’uomo per soffocamento. Sul drammatico episodio indagano i carabinieri della Compagnai di Venaria. A quanto pare, negli ultimi tempi, nulla aveva fatto presagire che la vittima avesse intenzione di porre fine alla sua vita. La famiglia è sotto shock per questo gesto così doloroso e inaspettato.

La morte dell’uomo ha causato un comprendibile sgomento nella frazione, dove era conosciuto da tutti.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

21/11/2019

Favria: l’addio all’alpino “Meo” Castello spentosi all’età di 82 anni. Il ricordo di Giorgio Cortese

Si è spento all’età di 82 anni Marco Bartolomeo Castello (Meo). Cavaliere del lavoro, membro del […]

leggi tutto...

21/11/2019

Ivrea, ragazzo minorenne esce dalla casa della nonna e sale sul treno. Trovato dalla Polfer a Torino

Era stato fermato dal personale ferroviario perché sprovvisto del biglietto e del permesso di soggiorno. Un […]

leggi tutto...

21/11/2019

Valperga: per “Cities for life” il santuario del Sacro Monte illuminato di blu contro la pena di morte

In 4mila città in tutto il mondo sabato 30 novembre i monumenti si illumineranno di blu […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy