IL TRIBUNALE DEL RIESAME HA DECISO: “LA ABBATISTA DEVE RESTARE IN CARCERE”

Castellamonte

/

05/03/2016

CONDIVIDI

I giudici hanno confermato la misura della custodia cautelare in virtù degli elementi portati in aula dalla procura di Ivrea

Il tribunale del riesame di Torino ha pronunciato la sua sentenza prima del previsto. E nel pomeriggio di oggi i giudici hanno deciso che Caterina Abbatista, la madre di Gabriele Defilippi, accusato con l’amico-amante Roberto Obert di aver assassinato la professoressa di Castellamonte Gloria Rosboch, rimane in carcere. Il tribunale ha confermato la misura della custodia cautelare in carcere.

A giudizio dei magistrati nei suoi confronti sussisterebbero gravi indizi, precisi e concordanti. Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando ha giocato bene le sue carte: ieri, durante l’udienza, aveva portato a supporto della tesi della pubblica accusa, gli analisi compiute sui tabulati telefonici e le nuove “rivelazioni” che Gabriele avrebbe fatto all’ex fidanzata di origine marocchina Sofia Sabhou, la quale ha raccontato che, in un momento in cui il giovane aveva alzato un po’ troppo il gomito, le avrebbe confessato che non solo aveva paura di finire in carcere per la truffa da 187mila euro perpetrata nei confronti dell’ex insegnante, ma che era Roberto Obert a voler uccidere la donna che lo aveva denunciato e che la madre era d’accordo.

Caterina Abbatista ha sempre sostenuto di essere estranea ai fatti contestati e di essersi trovata in ospedale a Ivrea il giorno del delitto, ma i tabulati telefonici e le dichiarazioni rese dal figlio minore, avevano notevolmente indebolito l’alibi di Caterina Abbatista. Lunedì saranno depositate le motivazioni dettagliate che hanno convinto i giudici a respingere la richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori della donna.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy