Il Senato ricorda il sangiorgese Antonio Michela Zucco, inventore della fonostenografia

San Giorgio Canavese

/

30/10/2015

CONDIVIDI

E' canavesano l'inventore della macchina fonostenografica ancora in uso a Palazzo Madama. Il 5 e 6 novembre convegno a Roma

Una conferenza nazionale dedicata ad Antonio Michela Zucco, nel bicentenario della nascita dell’uomo che inventò “La Michela” la macchina fonostenografica che ancora oggi è utilizzata da importanti istituzioni quali in Senato della Repubblica. Il convegno avrà luogo a Roma il 5 e 6 novembre. L’iniziativa è stata illustrata questa mattina alle ore 11,15 nella sala dei presidente a Palazzo Lascaris in via Alfieri 15 a Torino, sede del consiglio regionale dal presidente del consiglio Mauro Laus e dal sindaco di San Giorgio Canavese Andrea Zanusso.

Il convegno dedicato alla figura dell’illustre figlio di San Giorgio Canavese avrà luogo presso l’aula del Senato. Per l’occasione il comune organizza un viaggio a Roma con destinazione Palazzo Madama. Questo il programma: giovedì 5 novembre è prevista la partenza da San Giorgio Canavese alle ore 04,30. Il ritrovo è fissato davanti alle scuole media in via P. Boggio; sistemazione in pullman e trasferimento alla stazione di Torino Porta Susa, sistemazione nei posti prenotati sul treno Frecciarossa e partenza alle ore 6,00. L’arrivo alla stazione Termini di Roma è previsto per le ore 10,00. Dopo la pausa pranzo dalle ore 15,00 alle 19,00 avrà luogo il convegno presso il Senato della Repubblica e la visita alla mostra allestita presso la sala Kock. In serata sistemazione in hotel in camera doppia, cena e pernottamento.

Venerdì 6 novembre, dopo la prima colazione in hotel alle 9,00 i partecipanti si recheranno in visita al Quirinale. Il rientro a San Giorgio Canavese è previsto per le 23,00. Gli interessati a partecipare all’importante evento potranno rivolgersi direttamente al Comune di San Giorgio Canavese oppure contattando i numeri telefonici: Comune 0124.32.121 o 349.550.75.61 (Giampaolo Verga).

Antonio Michela Zucco nacque a San Giorgio Canavese nel 1815. Nel corso del convegno romano interverranno il Presidente del Senato Pietro Grasso, la deputata Francesca Bonomo, il Questore del Senato Lucio Malan, il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus, il sindaco di San Giorgio Canavese Andrea Zanusso e la professoressa Giuliana Limiti, bibliotecaria emerita della Camera dei Deputati.

Di professione insegnante, Antonio Michela Zucco inventò la macchina fonostenografica dopo aver fatto studi ed esperimenti sulla scrittura fonetica. Il sistema consiste nella diversa combinazione di soli sei comunissimi segni con i quali si ottengono le sillabe dell’alfabeto. Un’invenzione geniale che consente tuttora di ottenere alte velocità di registrazione. In Italia venne usata per la prima volta nel corso della seduta del consiglio municipale di Torino svoltasi il 20 gennaio 1879. La macchina fu adottata anche in Francia. In Italia è ancora in uso per la verbalizzazione delle sedute del Senato.

Leggi anche

Ivrea

/

23/11/2017

Pavone, andavano in giro con coltelli a serramanico e un piede di porco. Denunciati due disoccupati

I carabinieri della Stazione di Ivrea hanno denunciato in stato di libertà alla Procura di Ivrea […]

leggi tutto...

Ivrea

/

22/11/2017

Canavese, nel 2017 sono state ben 187 le donne oggetto di violenza. Le iniziative dell’Asl To4

Come sempre è alta l’attenzione dell’Asl To4 sulla problematica della violenza contro le donne, attraverso l’impegno […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

22/11/2017

Cuorgnè, nasce in città una comunità di vendita on line di prodotti agricoli a chilometri zero

E’ con un “alveritivo” che avrà luogo venerdì 14 novembre alle 18,30 nella splendida cornice di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy