Il primo villaggio sospeso tra gli alberi sorge nei boschi dei suggestivi Monti Pelati

Valchiusella

/

08/01/2016

CONDIVIDI

Il numero degli abitanti è in espansione. Non mancano luce, gas, docce e Internet, Ma vivere sospesi tra i castagni è un'esperienza indimenticabile

E’ il primo villaggio “arboricolo” d’Italia e sorge tra i verdi boschi della riserva dei Monti Pelati tra la Valchiusella e Castellamonte. A costruirlo e ad abitarlo è un piccolo nucleo di persone, 12 adulti e una bimba che hanno deciso di abbandonare le comodità dei moderni appartamenti in città per vivere a stretto contatto con la natura, in una dimensione diversa, lontana dallo stresso e dal caos delle città.

Le case, che sorgono sugli alberi ad un’altezza di circa 7 metri, sono state realizzate con le più innovative tecniche bioedilizie, utilizzando materiale boschivo riciclato. Non si tratta di eremiti: gli abitanti di questo originale e suggestivo piccolo villaggio sono professionisti e dirigenti. Mancano molti dei confort, ma non Internet, computer e telefoni cellulari, necessari per non perdere i contatti con il mondo esterno e per svolgere il proprio lavoro. E tutte le mattine, gli abitanti si recano regolarmente al lavoro. Le abitazioni somigliano molto alle palafitte e sono sostenute da travi di legno del peso di diversi quintali e sono collegate da ponti e passerelle sospese in modo che ci si possa spostare da un punto all’altro del villaggio (che è in continua espansione), senza dover scendere a terra. Non mancano energia, gas, bagni e docce. Quel che conta è vivere con l’energia positiva trasmessa dal bosco.

Se qualcuno fosse interessato a provare a vivere per un certo periodo questa esperienza, gli abitanti del villaggio arboricolo sono disponibili ad accogliere nuove persone, in cambio di un aiuto nelle attività del villaggio che è stato costruito nel 2002. E non è tutto: gli abitanti del villaggio si occupano anche di tenere pulito il bosco e realizzano, e questa è una delle novità che caratterizzano questa significativa esperienza, di realizzare particolari apparecchiature elettroniche che sono in grado di codificare e trasformare in musica i segnali vitali e le vibrazioni prodotte dalle piante. Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.arboricoli.it

Dov'è successo?

Leggi anche

Chivasso

/

18/11/2018

Chivasso: inaugurato in frazione Castelrosso il monumento ai Caduti in guerra senza croce

La lapide spezzata, ad indicare le tante vite distrutte, il cerchio di metallo che abbraccia simbolicamente […]

leggi tutto...

Volpiano

/

18/11/2018

Volpiano: 57enne trovato cadavere nello spogliatoio della palestra. Stroncato da un malore fulminante

E’ stato trovato riverso a terra nello spogliatoio della palestra che frequentava da un cliente. A […]

leggi tutto...

Valperga

/

17/11/2018

Valperga: il campanile si illuminerà di blu per Cities for life, l’evento che condanna la pena di morte

Nella serata del prossimo venerdì 30 novembre la torre campanaria del duomo di Valperga si colorerà […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy