Guidava ubriaco il Tir e uccise una coppia di coniugi. Camionista condannato a 8 anni

Rondissone

/

24/05/2017

CONDIVIDI

Il camionista, arrestato per omicidio stradale, era così ebbro da non reggersi sulle gambe. Tre bimbi sono rimasti orfani

E’ stato condannato a una pena di otto anni di reclusione per omicidio stradale  Emil Volfe, il camionista slovacco di 63 anni che guidava completamente ubriaco un Tir che travolse al casello di Rondissone dell’autostrada Torino-Milano una Fiat Idea con a bordo una coppia e i tre figli piccoli. Nel terribile schianto marito e moglie avevano perso la vita mentre i tre bimbi erano stati ricoverati all’ospedale Regina Margherita in gravi condizioni.

Il mezzo pesante aveva proseguito la sua folle corsa ed era stato fermato dagli agenti della polizia stradale alla stazione di servizio di Villarboit. Il conducente era stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale ed era finito in cella al carcere di Ivrea.

La condanna è stata pronunciata dal giudice al termine del rito abbreviato. A perdere la vita nel tragico incidente erano stati Mostafa El Chuifi, 39 anni e la moglie Nora Rarhifi di 30 anni.

L’alcoltest aveva evidenziato un tasso alcolemico nel sangue del camionista di quattro volte superiore al limite fissato dal codice della strada. Intano tre bambini sono rimasti senza genitori. La vita è stata impietosa fin dalla più tenera età.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2020

Banchette: cade nel vuoto dal balcone al terzo piano. Ragazza di 25 anni grave al Cto di Torino

È caduta dal terzo piano ed è ricoverata in gravi condizioni al Cto di Torino. Protagonista […]

leggi tutto...

17/01/2020

Rivarolo, il sindaco Alberto Rostagno ha scelto: Michele Nastro è il quinto assessore in Giunta

Il sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno ha sciolto il nodo gordiano del quinto assessore: l’ex […]

leggi tutto...

17/01/2020

Ivrea: detenuto colpito da legionella è grave in ospedale. Controlli sanitari dell’Asl nel carcere

Ivrea: detenuto 50enne colpito da legionella è grave in ospedale. Controlli sanitari nel carcere. È ricoverato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy