Guasto tecnico sulla ferrovia Chivasso-Aosta: il disagio e la rabbia di centinaia di pendolari

24/01/2018

CONDIVIDI

Quasi otto ore di passione: mercoledì 24 gennaio la tratta ferroviaria Chivasso-Aosta bloccata da un guasto tecnico

Ci sono volute quasi otto ore per far tornare a una parziale normalità il traffico ferroviario sulla tratta Chivasso-Ivrea, bloccato dalle ore 11,00 di oggi mercoledì 25 gennaio da un guasto tecnico all’impianto che gestisce la circolazione dei convogli. Dire che l’inconveniente ha creato disagi a raffica alle migliaia di canavesani che percorrono quotidianamente la tratta, è un eufemismo. Più realistico parlare di rabbia, di proteste.

Il traffico ferroviario è tornato alla normalità soltanto alle 17,30 nel tratto Torino-Ivrea mentre raggiungere Aosta è ancora impossibile. Per ovviare all’inconveniente Rfi ha istituito corse sostitutive con autobus. I tecnici della società ferroviaria sono immediatamente intervenuti per riparare il guasto ma al momento ci sono riusciti in modo parziale: alle 14,20 è funzionante soltanto la tratta Chivasso e Ivrea.

Si pensa di risolvere il problema tecnico, più complicato di quel che poteva sembrare all’inizio, in tarda serata. Da domattina, giovedì 25 gennaio, la circolazione ferroviaria dovrebbe tornare definitivamente alla normalità.

Dov'è successo?

Leggi anche

15/09/2019

La Regione stanzia 15 milioni per iniziative di contrasto alla violenza su bambini e adolescenti

L’assessore regionale alle Politiche sociali, Chiara Caucino, annuncia la pubblicazione del bando “Ricucire i sogni”, che […]

leggi tutto...

15/09/2019

Mappano: fugge alla vista del carabinieri e sperona la “gazzella” per fermarli. Arrestato diciassettenne

Quella vecchia Fiat uno che si aggirava di notte nelle strade di Mappano non era sfuggita […]

leggi tutto...

15/09/2019

Ala di Stura: va in cerca di funghi, cade dal sentiero e precipita nella scarpata. Muore un 70enne di Ciriè

E’ morto mentre si stava avventurando in montagna alla ricerca di funghi. Un’altra, ennesima vittima. A […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy