Gran Paradiso: il calendario 2017 del Parco sarà illustrato dagli alunni delle scuole canavesane

Canavese

/

09/03/2016

CONDIVIDI

"Chi ama protegge" è il titolo dell'iniziativa naturalistica alla quale partecipano ben 114 classi

L’iniziativa è stata eloquentemente denominata “Chi ama protegge” e interesserà 114 classi delle scuole elementari canavesane che hanno aderito al progetto ambientale elaborato dall’Ente Parco Gran Paradiso. In palio la possibilità di veder pubblicato il proprio disegno nel calendario 2017 del Parco che sarà pubblicato in edizione limitata. In sostanza gli alunni sono chiamati a rappresentare graficamente le nozioni apprese nel corso delle attività messe in campo dall’Ente Parco.

Il messaggio da trasmettere sotto forma di disegno è che coloro che imparano da apprezzare un bene prezioso collettivo contribuiranno anche più facilmente a proteggerlo. Il tema scelto per il corrente anno scolastico è quello che riguarda l’acqua: un bene prezioso e insostituibile che dovrebbe essere interpretato negli argomenti previsti per le diverse fasce scolastiche.

A valutare gli elaborati che perverranno all’Ente, sarà una giuria che sarà chiamata a premiare il miglior disegno prevenuto da ogni direzione didattica. I dodici elaborati corrisponderanno ai mesi che costituiscono l’anno. I disegni selezionati saranno pubblicati insieme alle immagini fotografiche delle classi vincitrici. Anche se il calendario del Gran Paradiso sarà stampato in edizione limitata, sarà altresì disponibile sul web in versione digitale per tutte le classi che stanno partecipando al progetto naturalistico. L’iniziativa di sensibilizzazione è co-finanzata dal Gruppo Iren.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy