“Gloria è stata uccisa”: i genitori sono convinti che la figlia sia morta, ma le ricerche proseguono

Castellamonte

/

13/02/2016

CONDIVIDI

Conduttori televisivi e giornalisti formulano mille congetture sulla fine della sfortunata insegnante. La svolta potrebbe essere dietro l'angolo

Marisa Mora ed Ettore Rosboch, gli anziani genitori di Gloria, l’insegnante di sostegno di 49 anni scomparsa da Castellamonte lo scorso 13 gennaio, sono convinti che la figlia non sia più in vita e che sia stata uccisa. C’è chi sostiene che la donna si sia tolta la vita per la vergogna di aver consegnato nelle mani del suo ex allievo Gabriele, 22 anni, 187mila euro (risparmi suoi e dei genitori), e chi è sempre più convinto che sia la vittima di un omicidio. Non c’è trasmissione televisiva o giornale che non abbia pubblicato e passato al setaccio i diari di Gloria (dove annotava con una pazienza da emanuense ogni ora della sia giornata), le e-mail e i messaggi che la professoressa e l’allievo che le aveva prospettato un nuovo futuro da vivere a Cap d’Antibes in Costa Azzurra, si sono scambiati fino a quando, dopo la presunta consegna del denaro, il giovane esuberante, amante dei look originali, si è defilato uscendo dalla vita della donna.

Su questa vicenda complessa indagano due procure; quella di Torino sulla truffa e quella di Ivrea su omicidio a carico d’ignoti. Due inchieste distinte, ma l’attenzione degli investigatori si è appuntata sul denaro: una pista difficile da percorrere, ma che potrebbe offrire nuovi spunti d’indagine. Intanto le ricerche del corpo di Gloria Rosboch non hanno sortito nessun risultato: l’uso dei droni, i sommozzatori che hanno scandagliato il lago di Vidracco, l’esplorazione della fenditura del suolo dove ieri sembrava che un drone avesse individuato qualcosa, non sono servite a nulla. Gloria è svanita nel nulla e le speranze di ritrovarla ancora in vita sono ormai ridotte al lumicino. Ma la svolta potrebbe essere dietro l’angolo.

Dov'è successo?

Leggi anche

14/10/2019

Cicloturismo: i comuni montani del Canavese vincono il bando dalla Città Metropolitana

Viù e Rubiana, Unione montana Comuni olimpici della Via Lattea, Colleretto Giacosa, Borgiallo, Locana; Scalenghe, Chialamberto […]

leggi tutto...

14/10/2019

Karate: trasferta estera in Slovenia per gli atleti Rem Bu Kan che ottengono piazzamenti di rilievo

Domzale in Slovenia 2019: prima trasferta estera della stagione per la Rem Bu Kan, che con […]

leggi tutto...

14/10/2019

Rivarolo: gli scout del Clan Destino contro le mafie. E a fine mese arriverà Giovanni Impastato

Gli scout del gruppo Rivarolo 1 “Clan Destino” hanno presentato, nelle sale dell’oratorio San Giacomo di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy