Gli studenti del liceo “Botta” vincono il concorso “Genius Paths Awards” dei Rotary Cuorgnè e Ivrea

11/06/2018

CONDIVIDI

La giuria ha dovuto affrontare un arduo compito: quello di designare i vincitori del concorso "Visual Storeytelling". Le storie prodotte per il web, corredate di video, foto, grafica, immagini, suoni e testi di breve durata e che avevano quale tema di riferimento i valori storici, artistici e culturali e originali del territorio, sono state numerose

Ha avuto luogo alle ore 17,00 di sabato 9 giugno 2018 , presso l’aula Magna dell’Istituto “Giovanni Cena” in via Dora Baltea 3 a Ivrea, la cerimonia di premiazione dell’evento denominato “Genius Paths Awards 2018”, promosso e organizzato dai Rotary Club Cuorgnè e Canavese e di Ivrea, rivolto agli studenti delle scuole superiori dell’Alto Canavese e dell’Eporediese. All’organizzazione dell’iniziativa ha attivamente partecipato anche il Rotaract Cuorgnè e Canavese presieduto da Roberto Bianchetta.

La giuria (costituita da Elena Datrino e Alberto Micheli) ha dovuto affrontare un compito improbo: quello di designare i vincitori del concorso “Visual Storytelling”. Le storie prodotte per il web, corredate di video, foto, grafica, immagini, suoni e testi di breve durata e che avevano quale tema di riferimento i valori storici, artistici e culturali e originali del territorio, sono state numerose e molte di esse meritevoli di particolare attenzione.

Questi i temi e i nomi degli studenti che hanno vinto il concorso:
Premio Visual storytelling innovative.
Titolo: Alla scoperta di Belmonte.
Scuola: Aldo Moro Rivarolo.
Autore: Riccardo Cosentino.

Premio Visual storytelling historical:
Titolo: Un sogno che diventa realtà.
Scuola: I.I.S.Cena di Ivrea.
Autori: Andrea Giambra, Chiara Salinas, Fabio Depetro, Carolina Perenchio.

Primo premio assoluto
Titolo: San Nicola e il suo serial killer.
Scuola: Liceo Carlo Botta
Autori: Lorenzo Bartozzi, Riccardo Bussi, Matteo Ferrero, Alexandra Traian.

Il Genius Paths Visual Storitelling ha avuto il pregio di valorizzare le capacità, la sensibilità e la fantasia dei ragazzi che frequentale le scuole superiori canavesane. E non è tutto: il concorso rappresenta un impegno particolare del club di Ivrea e di Cuorgnbè e Canavese dedicato ai giovani. Il progetto è abbinato alla promozione del service rotariano denominato “Rompere la Solitudine” che si pone l’obiettivo di adottare un programma di “Pet Therapy” a favore dei residenti nelel case di riposo di Agliè, Castellamonte, Cuorgnè, Ivrea, Locana e Rivarolo Canavese .
Tutto è nato da un’idea del rotariano canavesano Bartolo Brossa.

Un’idea che ha preso corpo e che ha destato l’interesse dei presidenti Ilario Boggio, presidente del Rotary club Cuorgnè e Canavese di Luigi Bauchiero, presidente del Rotary club di Ivrea. Il service avviato dai due sodalizi, affronta il problema della solitudine nella terza età e l’impegno consiste nel fornire l’opportunità ad alcune Case di riposo che partecipano al progetto, di attivare un percorso di pet teraphy cinofila per gli ospiti presenti nelle loro strutture.
(Immagini fotografiche di Fabry Rosboch)

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

20/01/2019

Giornata della Memoria a Rivarolo: venerdì 25 tre eventi per ricordare l’orrore del genocidio

In occasione della Giornata della Memoria, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Rivarolo Canavese intende commemorare […]

leggi tutto...

Favria

/

20/01/2019

Favria: discariche abusive nelle piazzole e nella boscaglia. E i contribuenti pagano per gl’incivili

Ai margini delle strade e in mezzo alla boscaglia si trova un po’ di tutto: elettrodomestici […]

leggi tutto...

Chivasso

/

20/01/2019

Chivasso: con le multe incassate, la polizia locale acquista un Ufficio Mobile da 70 mila euro

Settanta mila euro: a tanto ammonta il costo del nuovo Ufficio Mobile della polizia locale di […]

leggi tutto...